Quando il mal di testa colpisce, si può decidere di ricorrere ai rimedi della nonna oppure prendere una pillola. Ma sapevi che alcuni alimenti aiutano a prevenirlo o alleviarlo? Di seguito ti riporto alcuni alimenti che consiglio di aggiungere alla tua prossima lista della spesa… Ricorda anche che, sempre in merito al cibo, in alcune persone, formaggi stagionati o alimenti trasformati possono contribuire ad accenturare le emicranie, meglio quindi evitare o ridurre al minimo l’assunzione di questi alimenti. Un altro appunto, non far mai mancare l’acqua al tuo corpo, alcuni studu hanno appurato che le persone che hanno aumentato l’assunzione di acqua dai 500ml quotidiani ai due litri, hanno ridotto la frequenza e la gravità del mal di testa fino la 95 per cento. La disidratazione è uno degli elementi scatenanti del mal di testa sostiene il professor Andrew Dowson, consulente neurologo e direttore del centro cefaleee del King’s College Hospital London.

Patate al forno

PatateSe il tuo mal di testa è dovuto al fatto che hai alzato troppo il gomito, puoi provare a consumare delle patate cotte al forno. L’alcol è un diuretico e come tale non solo causa disidratazione, ma anche la perdita di elettroliti quali il potassio; consumare cibi ricchi di potassio può quindi contribuire ad alleviare il mal di testa dovuto a una bella sbornia ma non solo. La patata cotta al forno, con tanto di buccia, è una grande fonte di potassio, 100 grammi di patate cotte al forno contengono più di 600 mg di potassio, molto di più di quello contenuto, ad esempio, in una banana. Sei un amante delle patate? Prova il mio Gateau di patate e melanzane

Caffè

caffèIl caffè per secoli ha rappresentato un rimedio popolare contro il mal di testa, ma funziona davvero? Sì, se bevuto con moderazione sostengono molti esperti. La caffeina naturalmente presente nel caffè è un vasocostrittore che aiuta ad alleviare il mal di testa. Se il mal di testa è causato da allergie stagionali, il caffè potrebbe avere un effetto ancora maggiore, infatti, riducendo il rilascio di istamina nel sangue, calmerà anche le reazioni allergiche, preservando la testa dal martellante dolore.

Attenzione, però, bere troppo caffè potrebbe peggiorare la situazione. La caffeina è infatti anche un diuretico, può quindi aumentare la disidratazione peggiorare le condizioni del mal di testa. C’è anche da considerare che consumare troppo caffè crea una vera e propria dipendenza da caffeina, smettendo di colpo il corpo potrebbe andare incontro a una vera e propria crisi di astinenza, manifestando forti emicranie.

Pane integrale o ai cereali

Una dieta priva di carboidrati può favorire il mal di testa ma anche episodi di nausea, fatica, senso di spossatezza, insonnia e irritabilità. Seguendo una dieta povera di carboidrati si esauriscono le riserve di glicogeno – una delle principali fonti energetiche per il cervello – e si innescano processi di disidratazione. In aggiunta, se il corpo si trova in un calo glicemico prolungato, questi cercherà di rimediare producendo cortisolo – meglio conosciuto come ormone dello stress – innescando altre reazioni a catena. Ecco perché quando abbiamo tanta fame, spesso si associa anche un breve mal di testa. Se sei tormentata dal mal di testa, e magari pensi sia dovuto a una dieta povera di carboidrati, prova a introdurre nel tuo corpo dei carboidrati “buoni” consumando pane integrale, farina d’avena o cereali; questi ultimi rilasciano carboidrati molto lentamente.

Insalata verde e spinaci

Insalata ricciaLa disidratazione è una delle principali cause del mal di testa. La prossima volta che avverti un fastidio che si potrebbe poi tramutare in mal di testa, consuma cibi ricchi di acqua. L’acqua contenuta in frutta e verdura contiene minerali essenziali, come il magnesio, che sono fondamentali nella prevenzione del mal di testa. Alimenti ad alto contenuto di minerali sono: cetriolo, melone, zuppe, farina d’avena, pomodori e lattuga. L’insalata verde, come ad esempio la lattuga, apporta all’organismo sali minerali e idratazione, così come spinaci. Una curiosità, lo zenzero può contribuire ad alleviare la nausea indotta dalla cefalea. Ti piacciono gli spinaci? Prova i miei Fusilli al ragù di spinaci

Mandorle

mandorleIl magnesio che si trova nelle mandorle può alleviare i sintomi del mal di testa rilassando i vasi sanguigni. Secondi gli esperti, chi soffre di emicrania può provare sollievo seguendo una dieta ricca di magnesio. Per aumentare l’apporto di magnesio puoi provare a consumare questi cibi: banane, albicocche secche, avocado, mandorle, anacardi, riso e legumi. Le mandorle sono anche ricche di triptofano, un aminoacido che aiuta il rilascio della serotonina, neurotrasmettitore capace di regolare l’umore, la memoria, il sonno, l’apprendimento e finanche l’appetito. Se ti piacciono le mandorle prova il mio Pollo alle mandorle oppure questi deliziosi Pasticcini alle mandorle. Scopri questo metodo velocissimo per pelare le mandorle.

Yogurt

Quando il mal di testa è martellante, potrebbe essere un sintomo di mancanza di calcio, il cervello per funzionare in modo efficiente ha bisogno di calcio, assicurati, quindi, di consumare alimenti ricchi di calcio, magari poveri di grasso, come ad esempio lo yogurt senza zuccheri aggiunti. Uno studio condotto da alcuni ricercatori presso l’Università di Manchester, ha preso in esame un campione di donne alle quali giornalmente, e per un mese, sono stati somministrati 125 g di yogurt Activia; è stato così possibile appurare che la particolare dieta ha contribuito a ridurre l’infiammazione in generale e il mal di testa, tutto grazie ai “batteri buoni” e ai probiotici presenti nello yogurt.

Semi di sesamo

Cospargi le insalate, fritture o zuppe con una manciata di semi di sesamo. Questi piccoli semi sono ricchi di vitamina E, che può aiutare a stabilizzare i livelli di estrogeni e prevenire l’emicrania durante il ciclo mestruale. I semi di sesamo sono anche ricchi di magnesio, che, come ho già avuto modo di dire, è un toccasana per prevenire il mal di testa. Oltre ai semi di sesamo, una ricerca condotta tra le università del Massachusetts e di Harvard, che ha preso in esame 3mila donne, ha dimostrato che altri elementi che contengono ferro inorganico (ferro non eme), come broccoli e albicocche, sono in grado di ridurre il dolore premestruale.
Compra online i semi di sesamo.

Peperoncino

Peperoncino sott'olio
Peperoncino sott’olio

Se le allergie stagionali ti martellano la testa, prova a consumare un po’ di peperoncino piccante (leggi come preparare il peperoncino sott’olio). Questo cibo può alleviare la congestione e aprire le vie respiratorie. Il peperoncino in polvere è anche ricco di vitamina E, capace di rilassare i vasi sanguigni, contribuendo a dare sollievo se si è afflitti da mal di testa. Attenzione, gli integratori di Vitamina E possono avere anche un effetto contrario sul mal di testa, accentuandolo invece di placarlo, come dico sempre, consulta sempre il tuo medico curante prima di assumere vitamine, cibi o qualunque altro prodotto.

In uno studio pubblicato dal National Institutes of Health degli Stati Uniti, gli effetti della vitamina E sono stati associati all’emicrania mestruale in 72 donne sottoposte a test; a un campione di queste è stata somministrata vitamina E, a un altro del semplice placebo. Ne è emerso che le donne sottoposte a un supplemento di vitamina E hanno riportato una significativa riduzione della severità del dolore.

Funghi secchi

funghi_secchiI funghi secchi sono ricchi di vitamina B2 (0,31 mg ogni 100 grammi), detta anche riboflavina, una vitamina che tra l’altro aiuta il corpo a convertire i carboidrati in glucosio. Carenze di questo nutriente possono verificarsi a causa di un’errata dieta o per una predisposizione genetica. Consumare cibi ricchi di vitamina B2 può aiutare ad alleviare e prevenire il mal di testa, lo prova una ricerca condotta presso l’Università di Liegi, dove i ricercatori hanno appurato che il cervello sofferente di emicrania presenta una fosforilazione mitocondriale ridotta e la vitamina B2 può intervenire aumentando il rendimento energetico mitocondriale; lo studio, capeggiato dal dr. Jean Schoenen, ha testato l’effetto della vitamina B2 su 55 pazienti sofferenti di emicrania e con età compresa tra i 18 e i 65 anni. Prima dello studio, gli individui manifestavano tra due e otto attacchi al mese; in seguito alla cura di vitamina B2 (400mg al giorno per tre mesi) i pazienti hanno avuto il 37 per cento in meno di attacchi di emicrania rispetto agli individui trattati con placebo.

I funghi, insieme a broccoli e spinaci, hanno alti livelli di riboflavina, così come l’alga spirulina essiccata, la farina di castagne, la crusca di frumento e la soia. La vitamina B2 è idrosolubile, è quindi opportuno cuocere gli alimenti che la contengono a vapore, impiegando poca acqua e soprattutto preferendo una cottura breve. Sei un amante dei funghi? Prova la mia ricetta: Funghi e patate al gratin

Salmone

Salmone marinatoAlcune ricerche hanno dimostrato che una dieta ricca di grassi “buoni” può contribuire ad alleviare il mal di testa cronico; ad esempio, il salmone contiene una grande quantità di acidi grassi omega-3 (omega 3 cibi ricchi), in grado di ridurre l’infiammazione e placare il mal di testa. Altri grassi sani sono presenti nell’olio d’oliva, nell’avocado e in altri prodotti ittici, come ad esempio le sardine. Secondo una ricerca pubblicata dal National Institutes of Health degli Stati Uniti, l’olio di pesce (quello che comunemente si trova nel pesce grasso, come il salmone) contiene anti-infiammatori e altre sostanze che riducono notevolmente la frequenza e il dolore dovuto all’emicrania. Se non ami il salmone, puoi comunque aggiungere alla tua dieta gli omega-3 (DHA-EPA) grazie a opportuni integratori alimentari.

 

Leggi bene…

Questo sito non è una testata medica, le informazioni riportate hanno scopo puramente informativo, non possono quindi intendersi in alcun modo come sostitute delle prescrizioni mediche o di altri operatori sanitari. Se ti sono state assegnate cure mediche l’invito è quello ASSOLUTAMENTE di NON interromperle né variarle, tutte le indicazioni o suggerimenti inerenti la salute che trovi su questo sito devono essere sempre e comunque analizzate e avvalorate dal parere del tuo medico curante.

10 alimenti che ti aiutano col mal di testa

Ultima modifica: 2016-05-31T11:14:18+00:00

da Luna



Mostra altri della sezione Approfondimenti

1 commento

  1. […] possono vivere fino a 100 anni. In tempi antichi, si credeva potessero  alleviare il mal di testa (leggi il mio approfondimenti sui cibi che aiutano a placare il mal di testa) ed essere d’aiuto per chi soffriva di […]

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

10 cose che rendono un uomo attraente

È quasi comune il pensiero che molto uomini siano attratti da donne alte, belle, ricche, f…