Ingredienti per 4 Persone Tempo di preparazione, circa 30 Minuti
  • 800 g di fesa di tacchino
  • 100 ml di vino bianco
  • 1 carota
  • 1 lt di acqua
  • 1 costa di sedano
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cipolla dorata
  • 2 foglie di alloro
  • 2 cucchiai di Olio extravergine di oliva
  • Rosmarino q.b.
  • Sale e pepe q.b.
  • Prezzemolo q.b.

L’arrosto di tacchino è un ottimo piatto per chi ama fare un pranzo o una cena sostanziosa ma leggera. In questa ricetta la parte di carne scelta è stata la fesa che molto si presta per preparare piatti delicati. Se vuoi arricchire il piatto puoi scegliere di farcire il tacchino con pancetta o prosciutto cotto e qualche fetta di formaggio, ad esempio la fontina; puoi aggiungere questi ingredienti direttamente sulla carne prima di arrotolarla con lo spago. Puoi impiattare il tuo arrosto di tacchino con un contorno di carote o zucchine tagliate alla julienne, qualche aghetto di rosmarino fresco e 2-3 cucchiai della salsa che formatasi durante la cottura.

Arrosto di tacchino

Ultima modifica: 2016-07-14T14:47:28+00:00

da Luna

Passo 1

Lava e pulisci la carota, il sedano e la cipolla. In una pentola abbastanza capiente fai bollire un litro d’acqua, aggiungi un po’ di sale e riponi in essa le verdure. Aggiungi le foglie di alloro e fai cuocere per preparare il brodo.

Sedano, carota e cipolla




Passo 2

Riponi la fesa di tacchino su un tagliere e, adoperando dello spago, lega la carne ottenendo un “salsicciotto” come quello in figura; massaggia la carne con un po’ di sale. In una padella riponi l’olio EVO, il rosmarino, lo spicchio d’aglio e, se lo preferisci, una spruzzata di pepe nero, quindi fai rosolare il tacchino arrotolato. Durante la cottura sfuma a fiamma alta con il vino bianco, avendo cura che tutto il vino evapori perfettamente. Puoi preparare l’arrosto anche in forno (pre-riscaldato a 180 gradi) riponendo il brodo nella teglia insieme alla carne; in questo caso ricopri la teglia con un foglio di carta argentata e mantienilo fino a metà cottura, rimuovi il foglio di alluminio e fai continuare la cottura della carne fino a completa evaporazione del brodo e comunque fino a quando la carne si colora per bene (serviranno in totale 40-50 minuti di cottura). Se decidi di cuocere la carne al forno, forse è più opportuno optare per la coscia aperta e stesa invece della fesa; la coscia, infatti, resiste meglio alla cottura prolungata in forno, lasciando la carne più succosa.Arrosto di tacchino_arrotolato




Passo 3

Versa sulla carne un paio di mestoli del brodo preparato al primo passaggio, quindi fai cuocere per 50-60 minuti, aggiungendo il brodo poco per volta durante l’intero arco di cottura. A cottura ultimata lascia raffreddare leggermente l’arrosto di tacchino, quindi affettalo e servilo. Arrosto di tacchino_rosolatura




Mostra altri della sezione Arrosti

6 Commenti

  1. […] Adoperando una forchetta punzecchia la carne, se questa risulta morbida senza far fuoriuscire neanche una gocciolina di sangue, l’arrosto è pronto da portare in tavola, avendo cura di non affettarlo subito ma facendo passare almeno dieci minuti a temperatura ambiente. Hai già provato il mio arrosto di tacchino? […]

    Reply

  2. […] Un arrosto con l’osso cuoce molto prima rispetto a un arrosto disossato. L’osso, infatti, conduce il calore del forno molto più velocemente. Hai già provato il mio arrosto di tacchino? […]

    Reply

  3. […] Prima di tagliare un arrosto, attendete almeno 10-15 minuti dopo la cottura. In questo modo i liquidi all’interno della carne avranno modo di sciogliersi; il taglio, invece, li farebbe disperdere nel piatto. Hai avuto modo di assaggiare il mio squisito arrosto di tacchino? […]

    Reply

  4. […] Ponete a contatto il fondo del tegame con alcune spesse fette di limone, poi riponetevi sopra il pesce o l’arrosto. La pietanza non si attaccherà al fondo e acquisterà un ottimo sapore. Hai già provato il mio golosissimo arrosto di tacchino? […]

    Reply

  5. […] Fiorucci ha presentato una nuova linea di Arrosti denominati Rostello, frutto delle scelta delle migliori carni suine e della leggerezza delle carni avicole, cucinate secondo ricette uniche e gustose. Gli arrosti Fiorucci utilizzando un metodo di cottura tradizionale che prevede una lenta rosolatura, l’utilizzo di spezie e aromi intensi. Gli arrosti sono il contorno ideale per un pasto completo, oppure ravvivati al cartoccio per un ottimo secondo piatto. Trai vari arrosti: di Suino Classico: cucinato al vapore e rosolato al forno; di Suino alle Erbe, cucinato al vapore e rosolato al forno, speziato con rosmarino, finocchio, pepe e salvia, e condito all’esterno con rosmarino e pepe; di Lombo di Suino alle Erbe, insaporito con erbe aromatiche e foglie di rosmarino; porchetta Arrosto con speziatura interna, cucito e legato a mano, con cottura tradizionale; di Pollo Classico insaporito con aromi naturali; di Pollo alle Erbe, farcito con erbe fresche ed aromatiche; di petto di Tacchino Classico, a basso contenuto di grassi, ideale per chi segue un regime dietetico. A proposito di arrosti, hai già assaggiato l’arrosto di tacchino? […]

    Reply

  6. […] 3 – Senape o noce moscata A posto del sale aggiungi 1-2 cucchiaino di semi di senape al pollo, carne arrosto o pesce. I semi di senape hanno sapore molto forte con apporto calori non eccessivo; sono ricchissimi di fito-nutrienti, antiossidanti, sali minerali, vitamine del gruppo B ed E. Prova ad aggiungere i semi di senape al mio arrosto di tacchino. […]

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

Come preparare la Shakshuka, la variante israeliana del nostro uovo in purgatorio

La shakshuka è un piatto tipico israeliano, il nome deriva dal berbero e significa mistura…