Da qualche giorno sui banconi dei mercati ortofrutticoli fanno bella mostra le castagne, tipiche di questo periodo autunnale. Se decidete di comprarle prestate attenzione che il frutto sia integro, non presenti fori (che potrebbero nascondere qualche vermicello o qualche altro parassita). Se la buccia presenta dei rigonfiamenti, potrebbe significare che la castagna è rimasta a terra per diverso tempo, perdendo parte del contenuto di amido. Se decidete di fare una bella scampagnata e raccogliere voi stessi le castagne, una volta giunti a casa mettetele in ammollo per 7-8 giorni in acqua fredda. Se decidete di non consumarle subito, asciugatele e riponetele in sacchetti di carta conservandole in un posto fresco e asciutto; si conserveranno anche per 2-3 mesi. Se volete invece mangiare le castagne anche in estate, niente paura: sgusciatele, arrostitele o lasciatele crude, quindi congelatele. Prima di consumarle, scongelatele lentamente a temperatura ambiente.

Castagne. Come sceglierle e conservarle

Ultima modifica: 2012-10-19T19:33:50+00:00

da Luna

Mostra altri della sezione Trucchi in cucina

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

Come preparare il caramello in forno

Se vuoi caramellare un dolce o un dessert, ma non vuoi seguire la classica procedura per p…