Home Trucchi in cucina Cavolfiore digeribile e bianco anche dopo la cottura

Cavolfiore digeribile e bianco anche dopo la cottura

1 min. (tempo di lettura)
2
0
1,492
Cavolfiore

Per mantenere il cavolfiore bianco durante la cottura, aggiungere all’acqua un po’ di latte. Se poi volente aumentarne la digeribilità, bollite i cavolfiori per qualche minuto in abbondante acqua salata, quindi procedete con la normale cottura. Per meglio conservare i nutrienti dell’ortaggio, conservatelo in uno straccio umido. Un consiglio per l’acquisto: le foglie esterne non devono presentare macchie e devono essere rigogliose e sode, questo garantirà la freschezza del cavolfiore. A parità di peso, scegliete il cavolfiore che pesa di più, indicherà infatti una maggior presenza di acqua, quindi una maggiore freschezza. Forse non sai che una porzione di cavolfiore contiene il 77% del RDA di vitamina C, ma non solo, quest’ortaggio è anche una buona fonte di riboflavina, tiamina, magnesio e potassio. Se ami il cavolfiore prova il mio Sformato di cavolfiore con besciamella, oppure il piatto che ti propongo qui sotto.

Frittelle di cavolfiore
Se ti piace il cavolfiore, prova la mia golosissima ricetta: Frittelle di cavolfiore, una tira l’altra

Cavolfiore digeribile e bianco anche dopo la cottura

Ultima modifica: 2012-10-31T05:22:35+00:00

da Luna

Mostra altri della sezione Trucchi in cucina

2 Commenti

  1. […] già sminuzzato, sarà pronto per l’utilizzo quando rientrate tardi a casa! Ed eccovi un trucchetto per mantenere bianchissimo il cavolfiore anche dopo averlo […]

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

Come preparare il caramello in forno

Se vuoi caramellare un dolce o un dessert, ma non vuoi seguire la classica procedura per p…