Siamo più o meno tutte consapevoli che spesso nei nostri trucchi e prodotti di bellezza, se non correttamente puliti, si possono annidare batteri in grado di causare brutte irritazioni, acne e allergie. Ecco perché la pulizia, ad esempio dei pennelli che utilizziamo per il make-up, dovrebbe essere in cima alla lista delle nostre priorità. Eppure, secondo un sondaggio commissionato da Anisa International, leader mondiale nella progettazione e realizzazione di strumenti di bellezza, solo il 61 per cento delle donne pulisce i pennelli da trucco una volta al mese, e c’è anche chi non effettua la pulizia per mesi.
“È interessante notare che il 65 per cento delle donne che pulisce i pennelli lo fa per evitare la formazione di batteri e l’insorgere di altre problematiche. Capiscono le conseguenze che la mancata pulizia può avere, ma nonostante ciò non prestano molta attenzione”, spiega Anisa Telwar-Kaicker, fondatore e CEO di Anisa International. “Il consiglio è quello di pulire le attrezzature cosmetiche almeno una volta al mese, anche se due sarebbe molto meglio”.
Secondo Telwar-Kaicker il sondaggio indica chiaramente che c’è la necessità da parte dei marchi di bellezza di educare i consumatori sull’importanza della pulizia, sulle tecniche adeguate e sui nuovi prodotti che riducono il tempo necessario per la pulizia. Eppure pulire i pennelli da trucco è più facile di quanto si pensi. Di seguito ti propongo una guida che ti consiglio di seguire passo per passo:

  • Esistono sul mercato detergenti specifici per la pulizia dei pennelli, ad esempio spesso utilizzo il Brush Cleanser della Kiko (costa circa 6 euro), un prodotto che disinfetta, pulisce e rigenera le fibre del pennello, prolungandone la vita. Ti farà però piacere sapere che puoi procedere alla pulizia anche adoperando qualsiasi sapone delicato, ad esempio lo shampoo per bambini. Prepara una ciotola di acqua tiepida e sciogli all’interno un paio di gocce del sapone, gira vorticosamente la testa del pennello nell’acqua schiumosa, passando con un minimo di energia le setole del pennello pieno di schiuma più volte sul palmo della mano, così come se dovessi applicare il trucco, prima da un verso, poi dall’altro, ripeti l’operazione più volte.
  • Brush Cleanser - Detergente delicato per pennelli senza risciacquo
    KIKO Brush Cleanser – Detergente delicato per pennelli senza risciacquo
  • Passa il pennello insaponato sotto il getto dell’acqua del rubinetto, avendo cura di miscelarla così da renderla tiepida. Mentre sciacqui, “massaggia” delicatamente le setole facendo fuoriuscire il trucco in eccesso e comunque fino a quando l’acqua risulta limpida.
  • Rimodella delicatamente le setole ancora umide; questo passaggio è fondamentale per poi non ritrovarsi con un pennello le cui setole ricordano i capelli stile punk.
  • Lascia asciugare i pennelli su una superficie piana, adagiandoli ad esempio su un asciugamano. Se possibile fai in modo che le setole non poggino direttamente sul piano ma “penzolino” nel vuoto, in questo modo eviterai che asciugandosi assumano strane forme.
Come pulire i pennelli per il trucco. Consigli e un detergente da fare in casa

Ultima modifica: 2016-11-29T19:53:47+00:00

da Luna


Mostra altri della sezione Moda & Bellezza

2 Commenti

  1. […] e liscio, poi applica il composto sul viso adoperando un classico pennello da make-up (Sai come poi pulire i pennelli per il trucco?). Lascia in posa, poi rimuovi molto delicatamente, elimina i piccoli residui con latte detergente, […]

    Reply

  2. […] Prima di applicare il trucco, pulisci e idrata il viso con prodotti specifici per la tua pelle. Tratta la pelle delicatamente, non sfregarla con panni che potrebbero irritarla, pulisci sempre i pennelli del trucco prima di utilizzarli sul viso, potrebbero contenere batteri. Leggi Come pulire i pennelli per il trucco. […]

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

I cibi per rendere la tua pelle più sana e giovane

Tutti noi vorremmo avere la pelle più sana e giovane, forse però non sappiamo che per farl…