Amo le insalate, velocissime da preparare quando torno a casa tardissimo e stanca, oppure da affiancare a qualche bel manicaretto, o magari da trasformare in un piatto unico con qualche piccolo accorgimento, insomma un piatto che sulla mia tavola è quasi sempre presente, soprattutto durante la stagione estiva. In particolar modo amo le insalate verdi. A proposito di insalate verdi, sai scegliere quella giusta a seconda del piatto che vuoi preparare? E conosci i modi in cui possono essere consumate? Non tutte le verdure da insalata sono ideali per essere consumate crude, altre è meglio bollirle e via dicendo. Di seguito le diverse specie e, per ognuna di esse, l’impiego più idoneo. A proposito di insalate, una ricerca svolta presso la Purdue University sostiene che addizionando alle insalate un uovo sodo, si stimola l’assorbimento del nostro organismo degli antiossidanti, vitamina E e antinfiammatori presenti nelle verdure a foglia verde.

La Romana

Lattuga romanaLa qualità romana presenta un cespo allungato ovale, le foglie sono erette, spesse e croccanti con la forma allungata. Le foglie spesse la rendono ottima per preparare ministre e brasati, per essere saltata in padella con aglio e pomodoro o per accompagnare piatti a base di pesce o riso, ma anche per essere consumata cruda, in questo caso è importante la freschezza del prodotto. Se decidi di impiegarla per le tue insalate crude, ricorda che l’aceto logore le foglie, ecco perché si preferisce condirla con il solo limone. Il cespo di questa lattuga è alla base di una tipica ricetta messicana conosciuta in tutto il mondo: la Caesar Salad.

Insalata riccia

Insalata ricciaÈ caratterizzata da foglie frastagliate, cespo aperto dal colore piuttosto chiaro al centro. Le foglie rimangono aperte anche a completa maturazione. È ottima da consumare cruda ma anche cotta, anche se l’impiego in cucina è prettamente crudo, magari da aggiungere ad altre specie, soprattutto perché il retrogusto è un po’ amarognolo e, spezzandola con altre varietà, si riesce a mitigarne il gusto. Quando la compri bada bene che le foglie siano di colore verde vivace, consistenti e carnose. Puoi conservare l’insalata riccia in frigorifero per 1-2 giorni, se la cuoci si mantiene tranquillamente, coperta in frigorifero, un paio di giorni. Un tipo di insalata riccia è quella conosciuta come Lollo Bionda, dalle foglie molto tenere, frastagliate e con il cespo molto voluminoso.

Lattuga iceberg

Lattuga icebergIl cespo è compatto e tondeggiante, le foglie sono frastagliate, croccanti e spesse, di colore verde molto chiaro, uniformi e prive di macchie, quasi completamente bianche all’interno. Molto acquosa è ideale per accompagnare formaggi erborinati o pesce. Si tratta di un’insalata che apporta pochissime calorie (11 ogni 100 grammi di prodotto) e che resiste bene anche temperature più alte, ecco perché spesso la si trova nei panini caldi ad accompagnare hamburger o wurstel. Molto acquosa (il 94% è composto da acqua), è un alimento con un alto grado di idratazione, non può quindi mancare sulle tavole durante i periodi più caldi dell’anno.

La cicoria

CicoriaÈ facile trovarla nei campi, dove nasce in modo spontaneo durante il periodo invernale. Può essere consumata cotta o anche cruda, ottima quella strascinata in padella, un contorno buonissimo, tipico della tradizione romana, che viene preparato sbollentando la cicoria e poi ripassandola in padella con olio, aglio e peperoncino; puoi abbinare questo a secondi di carne, pesce o formaggi. Una curiosità: si tratta di un ortaggio antichissimo, pare addirittura fosse già consumato nell’antico Egitto.

La scarola o indivia

ScarolaQuesto ortaggio autunnale-invernale, si contraddistingue dalle foglie lisce e larghe, con bordi leggermene frastagliati. Dal sapore leggermente amarognolo, presenta foglie verde brillante e molto croccanti. Si utilizza sia cruda, condita solo con olio, sale e aceto, che cotta, ad esempio con i fagioli: si lessano i fagioli con aglio e un filo d’olio e si uniscono alla scarola fatta cuocere per circa 15 minuti in una pentola con coperchio, ne verrà fuori una zuppa davvero deliziosa. Le foglie dell’insalata possono anche essere saltate in padella, brasate o bollite, io le uso per prepare questa squisitissima ricetta: Melone grigliato con scarola e prosciutto crudo. La scarola è spesso anche utilizzata come farcitura per arrosti, involtini, polpette e paste ripiene.

Il radicchio

RadicchioQuesta verdura è caratterizzata dalla forma a cespo e dal sapore tipicamente amarognolo, ne esistono di diverse specie: quello rosso, il variegato e quello verde, tutte possono indifferentemente essere consumate cotte o crude, in quest’ultimo caso il radicchio spesso viene impiegato insieme ad altre insalate, soprattutto nelle misticanze. Uno dei più apprezzati è il rosso di Chioggia (a forma sferica e cespo chiuso). Il rosso di Treviso, dalla forma allungata, con foglie strette e cespo semi-chiuso, caratteristico il suo gusto amaro, è molto impiegato nei risotti (prova il mio Risotto al radicchio), mentre il radicchio di Verona è ottimo per le grigliate o ripieni per piatti a base di carne.

La rucola

RucolaLa rucola è una verdurina dal gusto deciso, piccantello (soprattutto se si sceglie quella selvatica), ottima da utilizzare cruda per accompagnare bistecche (hai già provato le mie bistecche al forno gratinate?), pizza e pasta. In Egitto viene anche impiegata come contorno per piatti a base di pesce. Può anche essere cotta a vapore o bollita, così come accompagnare, aggiungendo un tocco di gusto, il carpaccio e la bresaola. In molti utilizzano la rucola anche per preparare un ottimo pesto (si realizza in egual modo del pesto alla genovese, sostituendo il basilico con le foglie di rucola) la cui intensità di sapore dipenderà molto dal terreno dove la rucola è stata coltivata. Una curiosità: gli antichi romani attribuivano alla rucola proprietà afrodisiache. Hai già provato la mia squisita Pasta con rucola e patate? Sai che la rucola è ricchissima di vitamine e sali minerali? Leggi il post: vitamina della rucola.

Come riconoscere le diverse qualità di insalata

Ultima modifica: 2016-10-07T09:57:18+00:00

da Luna



Mostra altri della sezione Approfondimenti

3 Commenti

  1. […] Se il cespo d’insalata è un po’ avvizzito, mettetelo a bagno per circa mezz’ora in acqua tiepida con succo di limone; il cespo si ravviverà incredibilmente. Conosci tutte le diverse qualità di insalata? […]

    Reply

  2. […] bistecca gratinata o come decorazione di piatti freddi. Impiegala anche in associazione con altri tipi di insalata, così da realizzare un’ottima insalata mista, la Lollo Bionda conferirà al tuo piatto un tocco […]

    Reply

  3. CucinaConLuna

    2 maggio 2017 at 10:29

    […] non dimenticare i minerali come calcio, zinco e magnesio. Molto indicata è la lattuga (sai riconoscere le varie qualità di insalata?) così come carote, cavoli, spinaci, cipolle, aglio e aneto. Per la frutta prediligi albicocche, […]

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

10 cose che rendono un uomo attraente

È quasi comune il pensiero che molto uomini siano attratti da donne alte, belle, ricche, f…