Erbe e spezie sono state utilizzate nel corso dei secoli non solo per insaporire le pietanze, ma anche per scopi medicinali. Uno studio del 2010 ha rilevato che le erbe e le spezie che spesso utilizziamo in cucina, hanno il più alto contenuto di antiossidanti di tutti gli alimenti freschi in circolazione – circa il 300 per cento superiore ai frutti di bosco, e del 3600 per cento superiore alle verdure!

Gli antiossidanti in esse contenuti, aiutano a combattere i danni provocati dallo stress, dall’inquinamento e da una cattiva dieta. Naturalmente, non possiamo consumare enormi quantità di spezie in un sol colpo, ma possiamo adoperarle nei nostri piatti quotidiani per esaltarne il sapore, sostituendole al sale, agli zuccheri e ai grassi che normalmente utilizziamo come condimento. Secondo una ricerca condotta presso la Tufts University School of medicine, impiegando le spezie si può ridurre il consumo di sale fino a 996 mg al giorno.

Perché è importante controllare l’assunzione di sale

Il troppo sale contribuisce alla riduzione di elasticità̀ delle arterie, un problema non di poco conto, soprattutto se se si soffre di pressione alta. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda l’assunzione di 5 grammi di sale al giorno, ma nel nostro Paese ne consumiamo poco più del doppio, infatti si stima che quasi l’80 per cento dell’assunzione di sale avviene per mezzo dei prodotti confezionati e precotti (patatine fritte in sacchetto, insaccati, sott’aceti etc), solo una piccola quantità deriva dal pizzico che si aggiunge nel piatto. Una buona abitudine quando ci si reca al supermercato è quella di controllare sempre le etichette e non comprare quegli alimenti che hanno più di 300 mg di sodio per etto, prediligendo cibi poveri di sodio (non più di 120 mg di sodio): se trovi scritto che il prodotto è a scarso contenuto di sodio significa che non contiene più di 40 mg di sodio, se invece scritto che quel prodotto non contiene sale, significa che ha meno di 5 mg di sodio. Sai che negli stuzzichini che tanto vanno di moda durante gli aperitivi a volte si nasconde una quantità eccessiva di sale?

Di seguito ti propongo sei alternative per condire i tuoi piatti e renderli ugualmente saporiti.

1 –  Curcuma, paprika e curry
La curcuma, dal colore giallo è un ottimo antinfiammatorio naturale, tanto ricca di antiossidanti. Aggiungila ai tuoi piatti per dare un tocco di sapore senza adoperare il sale. Un mix di paprika, curry e curcuma, oltre a insaporire le pietanza, donerà alle stesse un non so che di esotico. Puoi aggiungere un cucchiaino da te di curcuma alla verdura, pasta, salse o yogurt.

2 – Limone
Esalta i sapori dei tuoi piatti adoperando il succo di limone, tanto ricco di vitamina C e capace di esaltare i sapori. Aggiungi il succo di limone solo a fine cottura, il calore, infatti, distrugge la vitamina C contenuta nel frutto. Oltre al limone anche l’aceto è un ottimo esaltatore di sapidità, soprattutto quello balsamico. L’acidità dell’aceto aiuta anche a rallentare il processo digestivo e abbassa l’indice glicemico di un pasto.

3 – Senape o noce moscata
A posto del sale aggiungi 1-2 cucchiaino di semi di senape al pollo, carne arrosto o pesce. I semi di senape hanno sapore molto forte con apporto calori non eccessivo; sono ricchissimi di fito-nutrienti, antiossidanti, sali minerali, vitamine del gruppo B ed E. Prova ad aggiungere i semi di senape al mio arrosto di tacchino.

4 – Basilico, rosmarino, origano, salvia, sedano e timo
Aggiungili a zuppe e stufati per sopperire alla mancanza di sale. Utilizza un mix di queste spezie per dare gusto a pesce o grigliate di carne. Con il sedano essiccato puoi preparare il cosiddetto sale di sedano; sembra incredibile ma il sedano lasciato essiccare acquista un sapore molto simile al sale, anche se decisamente meno pronunciato.

5 – Aglio e cipolla
Se devi condire un fritto misto o un secondo di carne, al posto del sale impiega aglio e cipolla in polvere.

6 – Pepe e peperoncino
Sai che il peperoncino oltre a dare un tocco piccante ai cibi contiene anche una buona dose di vitamina C? Esistono poi una varietà di pepe da impiegare a seconda dei piatti. Oltre al pepe nero e bianco puoi adoperare il pepe verde, dal sapore più delicato, oppure se vuoi qualcosa di più aromatico può optare per il pepe di Sichuan.

Erbe e spezie. Più gusto ai tuoi piatti e senza sale, zuccheri e grassi

Ultima modifica: 2016-07-29T09:18:23+00:00

da Luna



Mostra altri della sezione Salute & Benessere

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

Tutti i benefici dell’olio di Monoi per salute e bellezza

Se vogliamo l’olio Monoi è un po’ come l’olio di cocco, per certi aspetti anco…