Quando si tratta di pulire casa, tutti noi vorremo ottenere buoni risultati in tempi rapidi, ma per quanto semplice possa sembrare, pulire casa non è sempre un compito semplice, ma richiede molto tempo, spesso diventa addirittura un’operazione molto stressante che finisce nel portare frustrazione e risultati insoddisfacenti. Molto spesso la radice del problema sta nei metodi e nei prodotti utilizzati, che spessom invece di aiutarci, possono addirittura raddoppiare il lavoro, oppure, peggio, causare guai invece di benefici. Ecco allora che mi è venuto in mente una lista di alcuni errori che spesso si commettono e, che se evitati, potrebbero farci risparmiare tempo e danaro.

Pulisci sempre gli stracci sporchi

Gli stracci che utilizziamo per la pulizia di casa, dopo essere stati utilizzati, sono spesso lasciati sporchi; la prossima volta che puliremo casa, utilizzeremo così gli stessi stracci, magari dimenticando di averli già impiegati, portando così sporco su sporco. Ecco perché, dopo aver terminato di utilizzare uno straccio, è necessario sciacquarlo accuratamente. Durante le pulizie di sarebbe inoltre necessario sciacquare più volte lo straccio, così da evitare di trasferire continuamente lo sporco da una parte all’altra.

Specchio, specchio delle mie brame….

Ti parlo di n tipico errore che si commette quando si puliscono vetri e specchi: come prima operazione si spruzza sugli specchi un detergente, utilizzando poi un panno in microfibra o un giornale per pulirli. Purtroppo però spesso il risultato sarò caratterizzato da specchi non completamente lucidi, con striature di sporco che macchiano l’intera superficie. Ecco perché gli specchi e i vetri, prima di essere cosparsi di detergente, andrebbero puliti rimuovendo polvere e sporcizia con un semplice panno inumidito, solo successivamente si potrà impiegare il detergente e avere specchi e vetri brillanti.

Quando pulisci i piatti…

Sono necessari pochi secondi per passare un po’ d’acqua nei piatti sporchi e lasciarli da parte mentre si fa altro. Questa semplice pratica consentirà di ammorbidire lo sporco presente nei piatti e risparmiare tanto tempo ed energia nel successivo lavaggio. Allo stesso modo, utilizzando acqua calda, invece di quella fredda, riuscirai a lavare i piatti più semplicemente, velocizzando l’intero processo.

Qual è il momento giusto per pulire le finestre?

Sembra strano, ma quando ci accingiamo a pulire le finestre, è importante farlo in determinati momenti della giornata. È infatti inopportuno pulirle quando il sole batte sulle stesse, meglio scegliere una giornata con il sole che fa capolino, oppure al tramonto quando la luce del sole è più fioca. Il sole riscalda i vetri facendo asciugare rapidamente il detergente utilizzato per pulirli, lasciando quindi striature ed aloni che difficilmente andranno via, costringendoti così a ripetere la pulizia più volte.

Il trucco è sempre quello di tamponare le macchie…

Quando sbadatamente facciamo cascare qualcosa su un tappeto, siamo immediatamente assaliti da uno stato di panico che ci porta a lavare vigorosamente la zona macchiata, operazione che spesso e volentieri diffonde la macchia, allargando il “problema”, rischiando, tra l’altro di danneggiare irrimediabilmente le fibre del tappeto. In questi casi, sarebbe invece opportuno utilizzare dei panni puliti per assorbire la macchia, tamponando fino al completo assorbimento dei liquidi. Solo dopo si potrà procedere con i classici metodi di smacchiatura.

Non esagerare con la quantità di detersivo

Molto spesso siamo portati a pensare che più prodotto detergente si usa, maggiore sarà l’effetto “pulito”. Niente di più falso, hai mai provato a utilizzare un’eccessiva dose di detersivo in polvere nella lavatrice quando fai il bucato? Se si, saprai sicuramente l’effetto ottenuto: indumenti con residui di detersivo e capi molto rigidi che ti obbligheranno a un successivo risciacquo. Lo stesso accade quando impieghi troppa cera per lucidare i mobili: si forma sulla superficie una pellicola che, quando andrai a pulire successivamente i mobili, renderà necessario maggiore impegno per eliminare la sporcizia che si sarà accumulata.

Svuota spesso il sacchetto dell’aspirapolvere

Un sacchetto pieno di polvere renderà passare l’aspirapolvere un’operazione quasi inutile, lo sporco, infatti, non sarà totalmente aspirato, anzi, in alcuni casi, la polvere contenuta nel sacchetto sarà addirittura soffiata fuori. Se vuoi quindi rendere la tua aspirapolvere efficiente, abbi cura di sostituire spesso il sacchetto di deposito della polvere.

Dai ai detergenti il giusto tempo per agire

Alcuni detergenti richiedono un po’ di tempo per reagire con lo sporco ed eliminarlo. Se non rispetti queste indicazioni, ti ritroverai con lo stesso sporco iniziale e, per portare a terminare la pulizia, sarai costretta a impiegare più tempo con uno sforzo maggiore. Ad esempio, i detergenti utilizzati per pulire il water, hanno bisogno di un po’ di tempo per agire e sciogliere le eventuali incrostazioni, ricordalo sempre.

Con le pulizie inizia sempre dall’alto

Spesso ci piace iniziare le pulizie partendo dalle aree più grandi, quelle più accessibili, ma è bene ricordare che la pulizia dovrebbe essere svolta in modo sistematico, partendo dai punti più in alto delle stanze: soffitti, parti alte degli scaffali, mensole; solo così ci assicureremo che lo sporco e la polvere sollevata finiscano a terra, per essere poi spazzati via. Viceversa, il rischio è quello di dover ripetere la pulizia delle aree che pensavi di aver già sistemato.

Gli errori più comuni quando si fanno le pulizie di casa

Ultima modifica: 2016-10-28T11:25:29+00:00

da Luna



Mostra altri della sezione Casa e famiglia

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

6 usi del bicarbonato di sodio in lavatrice

Può suonare un po’ come il vecchio rimedio della nonna, ma, l’aggiunta di bicarbonat…