Olio di cocco usi

Da qualche tempo a questa parte l’olio di cocco è balzato agli onori della cronaca, i suoi usi infatti sono sempre molteplici, dalla cucina ai prodotti di bellezza. Vediamo insieme gli usi più frequenti di questo portentoso olio che ci regala la noce di cocco. Nelle culture polinesiane, l’olio extra vergine di cocco viene storicamente impiegato come prodotto di bellezza. Uno dei più gettonati e quello commercializzato da khadi, ma ne esistono tanti altri, ma come fare per capire qual è il migliore e quale acquistare? Leggi dove comprare l’olio di cocco.

Per rimuovere il mascara, anche quello waterproof

Su un dischetto di cotone inumidito versa un po’ di olio di cocco e sfregalo delicatamente sopra le ciglia e intorno agli occhi. Oltre a struccare, l’olio di cocco nutrirà le ciglia facendole crescere e rendendole più forti. Se vuoi idratare la pelle e rigenerala, prova una maschera a base di olio di cocco e bicarbonato.

Per cuocere diversi cibi

L’olio di cocco viene anche impiegato in campo alimentare, è perfetto per condire legumi e cereali così come verdure e carni cotte; visto il suo gusto marcato, generalmente si utilizza nelle pietanze molto saporite, così da non coprirne più di tanto il sapore. Avendo un punto di fumo molto alto, l’olio di cocco può essere utilizzato anche per la cottura di cibi ad elevate temperature, ad esempio per saltare in padella pesce, carne o verdure. Per i vegani il consiglio è quello di sostituire l’uovo, spesso impiegato come legante dei composti, con l’olio di cocco (1 cucchiaio di olio per ogni uovo.

Come maschera per nutrire i capelli

Se vuoi rendere i tuoi capelli più spessi e lucidi, passa sugli stessi, partendo dalla radice del capello, un po’ di olio di cocco. Massaggia delicatamente ed estendi l’olio su tutta la lunghezza del capello. Lasci in posa per 30 minuti coprendo i capelli con un panno, poi risciacqua. I tuoi capelli acquisiranno lucentezza e morbidezza. Attenzione, non tutti i tipi di capelli sono idonei per essere trattati con l’olio di cocco, leggi anche questo piccolo approfondimento: Olio di cocco per capelli.

Per sbiancare i denti

Si chiama oil pulling, è una tecnica mantenere la bocca sana e i denti bianchi. Usa l’olio di cocco facendolo passare tra i denti, aiutandosi con l’aiuto della lingua per spingerlo tra i denti e risucchiando adoperando le guance, compi questa operazione per almeno un quarto d’ora avendo cura di NON ingurgitare assolutamente l’olio. L’acido laurico presente nell’olio di cocco aiuterà a mantenere sano il cavo orale, distruggendo i batteri della placca, proprio quelli che rendono “gialli” i tuoi denti. Dopo aver adoperato l’olio procedi alla spazzolatura dei denti con il classico dentifricio.

Mani e piedi morbidi e ben idratati

Per aver mani e piedi morbidi, riscalda un po’ di olio di cocco e massaggia delicatatamente. Per i piedi si tratta di un’ottima pratica volta a prevenire infezioni fungine e ammorbidire la pelle dei talloni, spesso troppo secca e incline alle fessurazioni.

Olio di cocco e zucchero di canna per uno scrub naturale

Mescola all’olio del semplice zucchero di canna per ottenere uno scrub per il corpo in grado di dare nuova linfa alla tua pelle, rinfrescandola e rendendola più giovane. Versa in una ciotola in parti uguali lo zucchero di canna con l’olio di cocco, applica il composto sulla pelle, lascia agire per una decina di minuti, poi massaggia delicatamente il composto sulla pelle e lava via con una bella doccia. Oltre all’azione esfoliante garantita dal sale, la vitamina E presente nell’olio nutrirà a dovere la pelle.

Contro i pidocchi

L’olio di cocco vergine è una valida alternativa ai costosi prodotti che consentono di debellare i pidocchi. Gli acidi grassi saturi di cui è ricco l’olio, fanno si che il pidocchio perda progressivamente l’aderenza al follicolo del capello. Essendo un olio, il pidocchio avrà anche “più difficoltà” a spostarsi sui capelli per proliferare. Applica l’olio di cocco massaggiandolo su tutto il cuoio capelluto, poi avvolgi i capelli in un asciugamano e fai rimanere in posa per 2 ore circa, quindi pettina i capelli per tutta la loro lunghezza adoperando un pettine a maglie strette, poi lavai i capelli con shampoo e balsamo.

Lucidare i mobili con l’olio di cocco

Se vuoi far brillare i tuoi mobili, passa sugli stessi un panno morbido imbevuto con un composto ben amalgamato e realizzato con olio di cocco e un cucchiaino di succo di limone. Prima di passare il composto sui mobili, accertati che il legno non reagisca con il composto, esistono infatti diverse tipologie di legno che possono essere state trattate in decine di modi diversi, è opportuno quindi provare a passare il prodotto prima su una piccola area nascosta del mobile.

Altri utilizzi dell’olio di cocco in casa

Tra i vari usi dell’olio di cocco, anche quelli che ti elenco di seguito: rimuovere residui di chewing-gum dai tessuti o dai capelli, sbloccare le cerniere delle porte bloccate, come solvente per pulire le mani sporche di grasso o vernice, lucidare le scarpe, nutrire e dare nuova linfa a poltrone o divani in pelle, per la cura delle micosi delle unghie.

Gli usi dell’olio di cocco

Ultima modifica: 2017-02-08T10:42:32+02:00

da Luna



Mostra altri della sezione Casa e famiglia

Commenti chiusi

Potrebbero interessarti…

La torta a forma di Cubo di Rubik del pasticcere Cédric Grolet

Tanto belle che a mangiarle quasi quasi dispiace, sono le torte a forma di Cubo di Rubik (…