Ingredienti per 4 Persone Tempo di preparazione, circa 30 Minuti
  • 120g di farina 00
  • 3 cucchiai di farina Maizena
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 250ml di acqua
  • 150g di germogli di soia
  • 1 cipollotto fresco o porro
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1/4 di verza di piccole dimensioni (circa 100g)
  • Olio di semi di arachide q.b.
  • Sale q.b.

La scorsa settimana con degli amici abbiamo deciso di passare una serata al ristorante cinese. Per tutti abbiamo ordinato i mitici involtini primavera, mia figlia non li aveva mai assaggiati, li ha praticamente divorati. E così eccomi a presentarvi la ricetta per preparare gli involtini primavera a casa. Tantissime ricette illustrano come utilizzare fogli di pasta fillo, altri consigliano di adoperare degli appositi fogli da comprare nei supermercati più forniti. La ricetta che ho provato io, invece, mostra come realizzare l’involucro dell’involtino con della semplice farina con l’aggiunta di un paio di cucchiai di Maizena. Provate gli involtini abbinandoli a una salsina agrodolce, in famiglia amiamo intingerli nella crema di aceto balsamico. La versione che vi presento degli involtini primavera è completamente vegetariana, in molti preparano questo piatto aggiungendo al ripieno della carne di maiale oppure dei molluschi, se volete provate anche queste varianti. Buon appetito a tutti.

Se sei amante della cucina cinese non puoi non provare anche il mitico Riso alla Cantonese.

Involtini primavera

Ultima modifica: 2013-02-10T21:47:41+00:00

da Luna

Passo 1

Setacciate la farina e aggiungetela insieme a due cucchiai di maizena in una terrina. Aggiungete un pizzico di sale e amalgamate il tutto.




Passo 2

Aggiungete l’acqua e contemporaneamente, adoperando una frusta da cucina, mescolate il tutto fino a ottenere un composto privo di grumi e non molto consistente, deve essere piuttosto liquido. Fate riposare il composto per almeno mezz’ora.




Passo 3

Lavate il sedano e privatelo dei filamenti. Pelate la carota. Ricavate da sedano e carota delle listarelle quanto più fini possibili.




Passo 4

Lo stesso fate con il cipollotto o porro e con il cavolo verza.




Passo 5

Fate scaldare una padellina antiaderente (dal diametro almeno di 15 centimetri), nella quale avrete versato un filo d’olio. Potete utilizzare la padellina delle crepes. Versateci un mestolo di pastella e formate delle crepes quanto più sottili possibile. Abbiate cura di non farle cuocere troppo, la pasta altrimenti diventerà molto secca e sarà poi difficile ripiegarla per ottenere l’involtino. Riponete le crepes su un piatto.




Passo 6

In un’alta padella, possibilmente di tipo wok, fate riscaldare un cucchiaio di olio di semi di arachide, quindi versateci le carote, il sedano e il cipollotto. Fate cuocere per un paio di minuti, quindi aggiungete la salsa di soia e continuate la cottura; attenzione, le verdure dovranno risultare cotte ma croccanti, evitate, quindi, di farle cuocere troppo.




Passo 7

Aggiungete i germogli di soia e la verza tagliata a listarelle, quindi fate cuocere per qualche altro secondo.




Passo 8

Prendere una crepes, ponetevi al centro un cucchiaio abbondante di verdurine soffritte con la soia, quindi ricoprire con la pasta il ripieno, poi ripiegate i lati destro e sinistro verso il centro. Seguite i passi così come riportato nelle figure.




Passo 9

Preparate una sorta di “colla” versando in un piccolo recipiente della farina con acqua, mescolate fino a ottenere un composto liquido e privo di grumi. Intingete un pennellino nella “colla” e spalmate tutti i lati della crepes, quindi, così come mostrato in figura, “sigillate” la crepe in tutti i suoi lati. Procedete in egual modo per tutte le crepes.




Passo 10

In una padella (se possedete la wok è meglio) fate riscaldare abbondante olio di semi di arachidi, quindi friggetevi gli involtini. Abbiate cura di farli dorare da tutti i lati, quindi sollevateli dall’olio e fatele riposare pochissimi minuti su un piatto rivestito di carta assorbente. Servite gli involtini ben caldi accompagnandoli con salsa di soia o altro tipo di salsa agrodolce. Io solitamente li accompagno con crema di aceto balsamico.




Mostra altri della sezione Antipasti

4 Commenti

  1. […] cantonese è una prelibatezza culinaria tipica della Cina, forse la più conosciuta insieme agli involtini primavera. Il piatto viene preparato adoperando esclusivamente riso Basmati o Jasmine, riso a grana lunga […]

    Reply

  2. […] involtini primavera con salsina annessa mediamente contengono 490mg di sodio, il 21% del limite della razione […]

    Reply

  3. […] Se siete amanti della cucina cinese non potete non provare a preparare il top delle ricette cinesi tanto decantate anche nel nostro paese: il pollo alle mandorle. Realizzare questo piatto non è affatto complicato, basta trovare gli ingredienti giusti, ormai reperibili in quasi tutti i supermercati. Rispetto alla ricetta tradizionale, ho fatto una piccola modifica, aggiungendo delle zucchine e carote tagliate a julienne; secondo il mio modesto parere danno un tocco di sapore in più a un piatto già gustosissimo. Se volete sentirvi un po’ più cinesi provate a utilizzare la pentola wok per la cottura, io preferisco utilizzare il mio set di padelle, che volete farci è questione di ‘affetto’. Preparate questo pollo e poi gustatelo con un bel vino Sauvignon Blanc, Viognier o un rosato Pinot Nero. Se ami la cucina cinese prova anche i miei Involtini primavera. […]

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

French toast

I French toast che dal nome potrebbero falsamente evocare una ricetta francese, in realtà …