La mela è un frutto che non può mancare sulle nostre tavole, è la protagonista indiscussa di dolci (prova la mia Torta di mele light oppure le squisite frittelle di mele) ma anche elemento prezioso per la riuscita di primi e secondi piatti nonché di insalate e, come i nostri nonni ci hanno insegnato: una mela al giorno leva il medico di torno; a tal proposito hai già letto questo il mio post sui benefici delle mele per la pellebenefici delle mele per la pelle?

Nel nostro Paese vengono coltivate diverse varietà di mele, ma solo una parte di queste sono riuscite a conquistarsi il marchio Dop (Denominazione d’Origine Protetta) o Igp (Indicazione Geografica Protetta), marchi che possono far star tranquillo il consumatore in quanto garantiscono sull’origine e qualità del prodotto, garantendo anche il rispetto dei Disciplinari di Produzione da parte dei frutticoltori, nonché il rispetto dei parametri di qualità dei frutti e le modalità di raccolta e confezionamento. Di seguito le varietà italiane certificate.

Val di Non

Mela Val di NonColtivate nella Val di Non e Val di Sole, le mele sono classificate come Golden Delicious, Renetta Canada e Red Delicious, tutte assegnatarie del marchio Dop: Altre varietà sono le Granny Smith, Royal Gala e Morgenduft. La Golden Delicious, la mela principe del Trentino, si caratterizza da un colore giallo intenso e forma leggermente allungata, la sua polpa è succosa e croccante, dal gusto zuccherino con retrogusto dolce-acidulo. La Renetta Canada ha un colore più rugginoso, la forma è leggermente schiacciata e, a seconda del grado di maturazione, risulta più croccante e tendente al sapore acido piuttosto che tenera e dolciastra. La Red Delicious, dalla polpa croccante e dolce, con un colore rosso vivissimo, si contraddistingue per la sua forma allungata e pasta compatta. Le mele della Val di Non sono molto impiegate in campo gastronomico sia per la preparazione di manicaretti dolci che salati (magari da affiancare a piatti a base di cacciagione o carne di maiale).

Friuli Venezia Giulia

Mela Julia del FriuliLa mela Julia è la varietà Dop del Friuli Venezia Giulia. La mela friulana ha ottenuto la certificazione Dop nel 1992. Questa mela si contraddistingue per la sua forma, da appiattita globosa a conica globosa e per la polpa dolce e saporita, dallo spettro aromatico ampio e ricercato. La varietà Golden Delicious offre un retrogusto di melone, vaniglia o banana e anche le altre varietà: Gala, Red Delicious, Zeuka, Morgenduft e Granny Smith sono caratterizzate da retrogusti aromatici davvero originali.

Alto Adige-Sudtiroler Apferl

Si tratta di mele Igp (certificazione ottenuta nel 2005 e che comprende 72 comuni della provincia di Bolzano per 11 varietà di mele) prodotte da oltre 7mila piccole aziende, impiegando varietà coltivate nelle zone prevista dal disciplinare: Braeburn, Elstar, Fuji, Granny Smith, Winesap, Gala, Golden Delicious, Idared, Jonagold, Red Delicious. Queste mele vengono sovente consumate fresche, anche se l’impiego in campo culinario non è sgradito.

Valtellina

Mela della ValtellinaLa mela della Valtellina si avvale del marchio Igp dal 2010 ed è preservata da un Consorzio fondato nel 1952. I terreni di coltura sono collocati nelle vallate a un’altitudine compresa tra i 200 e 900 metri, dislocati in oltre 60 comuni della provincia di Sondrio. Le mele sono immediatamente riconoscibili per la loro aromaticità, dal colore vivo e per la loro lunga conservabilità.

Le varietà prodotte sono tre: la Red delicious, dalla polpa bianca e dal sapore particolarmente aromatico, la Golden delicious, dalla polpa fresca e compatta, e la Gala, dolce e particolarmente succosa.

Rossa di Cuneo

Mela rossa di CuneoIl riconoscimento Igp è stato riconosciuto nel 2013 e assegnato alle varietà Red Delicious, Gala, Fuji e Braeburn. Le mele vengono coltivate in 36 comuni della provincia di Cuneo e Torino, con altitudine compresa tra i 280 e gli 650 metri. Queste mele sono immediatamente riconoscibili grazie alla colorazione rosso brillante, alla buccia molto luminosa e alla polpa soda e aromatica.

 

Annurca campana

Mela AnnurcaComprende due varietà Igp, marchio ottenuto nel 2006: Annurca e Rossa del Sud, coltivate nelle province di Napoli, Benevento, Avellino, Caserta e Salerno. Questa mela si contraddistingue per le dimensioni ridotte, per la forma appiattiva dalla buccia color bruno-rossastro e per la polpa croccante e bianca. Il sapore è leggermente acidulo. Questo tipo di mela viene raccolta ancora acerba, poi, in due settimane di esposizione al sole, matura e assume il classico colore.

Salva

Le mele italiane con certificazione Dop e Igp

Ultima modifica: 2016-10-06T10:30:29+00:00

da Luna



Mostra altri della sezione Approfondimenti

3 Commenti

  1. […] anche la buccia, spesso, purtroppo, rivestita di cera. In Italia abbiamo diverse varietà di mele con certificazione IGP o DOP, scegli quella che più ami e, se non lo hai già fatto, inizia a consumare regolarmente questo […]

    Reply

  2. […] team si è avvalso di tecniche avanzate di bioinformatica e simulazioni molecolari, analizzando tre tipi di mela: Annurca, Red Delicious e Golden […]

    Reply

  3. Torta di mele light | CucinaConLuna

    27 dicembre 2016 at 12:37

    […] La torta di mele è una classica ricetta, semplice da realizzare, gustosissima, che piace tanto ai grandi e piccini. Ricordo che la mia mamma la preparava sempre, così come la mia nonna. Era uno dei miei dolci preferiti, diciamo che a casa non mancava quasi mai. Non potevo quindi non proporre la ricetta anche nel mio blog. Rispetto alle tante ricette che si trovano in giro, questa torta di mele è decisamente dietetica, light. Negli ingredienti, infatti, non utilizzo né burro, né altri grassi. Insomma, una tortina che strizza l’occhio alla salute e che può essere consumata anche da chi è perennemente a dieta. Insomma amiche, mani in pasta, diamo il via alla preparazione di questa deliziosa ricetta! Se siete amanti delle torte di mele, eccovi la deliziosa ricetta dell’Apple pie. A proposito di mele, sai che in Italia ne abbiamo tante buone qualità? Le mele italiane con certificazione Dop e Igp. […]

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

10 cose che rendono un uomo attraente

È quasi comune il pensiero che molto uomini siano attratti da donne alte, belle, ricche, f…