Nei giorni di festa è facile lasciarsi andare con qualche cocktail in più. Complice l’allegria, il nutrito numero di persone che vogliono divertirsi, la voglia di vivere qualche ora in spensieratezza lasciandosi alle spalle i problemi, si è così più propensi a consumare qualche bevanda alcolica in più, che in alcune occasioni può sfociare in una bella sbornia. Recenti statistiche dimostrano che oggigiorno le donne consumano alcool quasi alla pari degli uomini, la sbornia, quindi, non più un problema prettamente dei maschietti, ma sempre più spesso è un “affare” anche femminile. Come fare a porvi rimedio? Di seguito alcuni utili consigli e rimedi impiegando esclusivamente sostanze naturali. Ricorda sempre che dopo una sbornia il nostro corpo risulta particolarmente disidratato, ecco perché idratarsi correttamente può alleviare subito il mal di testa, vertigini e altre sensazioni tipiche: ansia, sensibilità a luce e suoni, letargia, sete, dolore allo stomaco, tremore, sonnolenza, nausea, stanchezza, diarrea e vomito. Inoltre, tieni presenti che l’esercizio fisico accelera la metabolizzazione dell’alcool, dopo una sbornia, quindi, cerca sempre di fare lunghe passeggiate o corsette avendo cura di idratarti a dovere, la corsa, infatti, fa perdere molti liquidi, che si accumulano a quelli persi per l’assunzione di alcol. I postumi di una sbornia possono durare dalle 8 alle 24 ore, in casi estremi, si può arrivare anche a 72 ore.

Fai ricorso ai supercibi

I supercibi, tanto ricchi di antiossidanti, possono essere utili per far fronte a una sbornia. Ad esempio, la supercibi è ottima per apportare le giuste vitamine e minerali che l’alcool ha esaurito, così come può dare una mano al fegato sotto pressione; anche la clorofilla può contribuire a purificare, disintossicare e fornire nuova energia. Il cardo mariano aiuta a eliminare le tossine: riscalda 250ml di acqua, poi aggiungi un cucchiaino di semi di cardo e fai bollire. Filtra e bevi.

Asparagi à gogo

AsparagiL’asparago (la sola qualità asparagus officinalis) è un alimento ricco di amminoacidi e minerali, sostanze in grado di favorire lo smaltimento delle sostanze frutto della sbornia (leggi questa notizia). L’optimum sarebbe consumare gli asparagi crudi, tuttavia lessarli e consumarli subito dopo dovrebbe portare comunque beneficio. Secondo uno studio condotto presso la Jeju National University, tra tutte le parti dell’asparago, la foglia sarebbe quella che dà maggiore benefici. Ami gli asparagi? Prova i miei Involtini di asparagi allo speck.

Ok al brunch all’americana

Per superare gli effetti di una sbronza e recuperare le energie perse, gli americani sono soliti fare una ricca colazione battezzata Eggs Benedict, uno dei piatti tradizionali del brunch americano: uova, pane, pancetta e salsa olandese. Si tratta di un perfetto mix di proteine e carboidrati, ottime per combattere gli effetti dovuti all’alcol. Una curiosità: Eggs Benedict prende il nome dall’uomo d’affari Lemuel Benedic che, nel 1894, entrando nell’albergo Waldorf di New York, chiese una cura per la sbornia. Si racconta ordinò “un toast imburrato con pancetta croccante, due uova in camicia e salsa olandese”. Dopo il lauto pasto pare la sua sbornia cessò miracolosamente; dal quel giorno nel menù dell’albergo furono inserite anche le Eggs Benedict.

Il miele di Manuka

Un cucchiaino di miele di Manuka mescolato in una tazza di tè nero o verde con acqua tiepida aiuta a rinforzare il sistema immunitario e aumentare l’energia. Inoltre, il glucosio naturalmente presente nella bevanda, fornisce il giusto apporto al cervello riducendo il mal di testa.
A proposito di miele, un cucchiaino di miele d’api diluito nel tè alla menta oppure in un infuso di menta fresca aiuta a lenire i disturbi intestinali e aumentare l’idratazione.

Succo di carota, mela e zenzero. No al caffè, si a patate e latte e alla farina d’avena

Un centrifugato composto da carota, mela e zenzero ha un immediato e potente effetto idratante e lenitivo sul sistema nervoso, inoltre apporta un ottimo pieno di antiossidanti e vitamine che aiutano ad affrontare meglio il recupero. Lo zenzero è ottimo per alleviare la nausea. Anche un bicchiere di succo limone e di pompelmo è un toccasana per fegato e cistifellea, un’ottima bevanda per disintossicare e stabilire la giusta alcalinità all’interno del nostro corpo. Anche il succo di mirtillo e quello di pomodoro (ricchissimo di un antiossidante chiamato licopene) può essere d’aiuto per favorire il processo di recupero del nostro organismo, prova questo squisito leggi questa notizia. Non assumere assolutamente caffè o altre bevande a base di caffeina, invece di tenerci su – come molti potrebbero essere tentati a pensare –, possono accentuare i livelli di disidratazione.
L’alcool assunto abbassa drasticamente i livelli di potassio, ecco perché consumare patate e latte fornisce un carico notevole di potassio in grado di compensare quello perso. Un’altra notevole fonte di potassio, è il melograno (236 mg ogni 100 grammi di prodotto. Leggi tutte le proprietà del melograno. La farina d’avena è un altro cibo utile a combattere i sintomi post-sbornia. Contiene molte sostanze nutritive e aiuta anche neutralizzare l’acidità nel corpo aiutando a mantenere stabili i livelli degli zuccheri nel sangue.

Cioccolato fondente e acqua di cocco

Alcuni pezzetti di buon cioccolato fondente biologico, contribuiscono a rafforzare i livelli di serotonina mantenendo anche alto il livello degli antiossidanti. Da evitare assolutamente i cibi acidi o piccanti. L’acqua di cocco è ottima per reidratare e fornire gli elettroliti fondamentali post sbornia: potassio, sodio, magnesio, fosforo e calcio. Aggiungi all’acqua di cocco un pizzico di sale marino, migliorerà l’assorbimento degli elettroliti.

L’importanza dei probiotici

La ricerca ha dimostrato che i probiotici aiutano non solo a risolvono diversi problemi a livello digerente, ma hanno anche effetti positivi sulla funzione del cervello. Il collegamento intestino-cervello è forte, far star bene l’intestino equivale anche a migliorare umore e prestazioni.

Metodi semplici ed efficaci per rimediare a una sbornia

Ultima modifica: 2017-01-03T13:53:31+00:00

da Luna



Mostra altri della sezione Salute & Benessere

2 Commenti

  1. […] di testa in primis, il classico effetto sbornia insomma. Ora però un nuovo studio suggerisce che rimediare a una sbornia basterebbe, prima di alzare il gomito, consumare una buona quantità di asparagi, limitando così i […]

    Reply

  2. […] già letto il mio post su come rimediare a una sbornia? Probabilmente, tra qualche mese mi toccherà cancellare questo post. Presto, infatti, ci si […]

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

Tutti i benefici dell’olio di Monoi per salute e bellezza

Se vogliamo l’olio Monoi è un po’ come l’olio di cocco, per certi aspetti anco…