Ingredienti per 4 Persone Tempo di preparazione, circa 30 Minuti
  • 400g di pasta formato mezze maniche
  • 400g di funghi freschi
  • 400g di ceci precotti
  • Parmigiano reggiano grattugiato q.b.
  • 1 spicchio d'aglio
  • Salvia q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Olio extravergine di oliva

Quello che vi presento oggi è un tipico piatto autunnale, esistono diverse ricette con ceci, ti consiglio di provare questa gustosa mia preparazione: mezze maniche con funghi e passata di ceci. L’idea è nata quando una mia cara amica mia ha regalato un po’ di funghi freschi, lei e suo marito sono amanti della montagna e i weekend del periodo autunnale, dopo le prime piogge, spessi li trascorrono alla ricerca di porcini e altre gustose qualità. Per i ceci ho preferito utilizzare quelli secchi, ma se non avete il tempo per prepararli, vi consiglio di utilizzare quelli in scatola, ad esempio i Ceci cotti al vapore di Bonduelle. Se amate tanto i ceci, prova anche questa mia altra ricetta con ceci.

Mezze maniche con funghi e crema di ceci

Ultima modifica: 2012-11-01T18:43:46+00:00

da Luna

Passo 1

Pulite e affettate i funghi a pezzettoni, quindi saltateli per qualche minuto in un tegame insieme a olio, aglio, sale e pepe. Fate cuocere a fiamma bassa e con coperchio per 10-15 minuti. Durante la cottura spolverizzate con un po’ di parmigiano reggiano grattugiato.




Passo 2

Mettete a cuocere le mezze maniche in abbondante acqua salata. Dopo aver cotto i ceci, frullatene 3/4 insieme a un filo d’olio extravergine di oliva, qualche rametto di rosmarino e un po’ di salvia, aggiungete anche qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta.




Passo 3

Aggiungete ai funghi la restante parte dei ceci con 2-3 cucchiai di crema di ceci (passo 2). Amalgamate per bene e fate cuocere con coperchio per 10 minuti circa.




Passo 4

Lessate la pasta e scolatela al dente, quindi mantecatela con il preparato di funghi e ceci. Fate saltare in padella per qualche minuto. Sui fondi dei piatti da portata adagiate qualche cucchiaio di crema di ceci, quindi adagiatevi sopra la pasta saltata in padella.




  • Tagliatelle con funghi e gamberetti

    Tagliatelle con funghi champignon e gamberetti

    Trovo questo piatto davvero gustosissimo, le tagliatelle paglia e fieno, abbinate con i fu…
  • Linguine alla crema di limoni

    Linguine alla crema di limoni

    Ti presento la mia pasta alla crema di limoni, questa base la uso anche quando voglio prep…
  • Spaghetti con asparagi

    Spaghetti agli asparagi

    Gli spaghetti con gli asparagi sono un primo piatto davvero semplice da preparare, delizio…
Mostra altri della sezione Primi piatti

3 Commenti

  1. Pasta fresca con ceci | CucinaConLuna

    19 ottobre 2016 at 17:26

    […] Domenica scorsa è piovuto molto, una giornata uggiosa, una di quelle in cui è bello stare a casa, pranzare, schiacciare un pisolino, guardare un bel film in TV. Approfittando del cattivo tempo ho deciso di trascorrere la mattina in cucina preparando un piatto che in famiglia amiamo tutti: la pasta fatta in casa con i ceci, conosciuta in Basilicata e Calabria anche come lagane e ceci. Si tratta di un tipico piatto invernale, ma il clima un po’ così mi ha fatto venire voglia di cucinarla, e allora eccomi qui a mostrarvi la ricetta. Le lagane e ceci sono anche definite “piatto del brigante”. Una leggenda popolare narra infatti che i briganti presenti nella seconda metà del XIX secolo in Lucania, fossero chiamati scolalagane per via dell’inusuale quantità di questa pasta che erano abituati a mangiare. Il procedimento non è certo dei più veloci ma la resa è eccezionale, un piatto da leccarsi i baffi, una ricetta che, visto l’alto contenuto di proteine dei ceci, può certamente considerarsi un piatto unico. Una considerazione sui ceci. Così come è buona tradizione di famiglia, i ceci li compriamo secchi, li mettiamo in acqua per tutta la notte e poi li lasciamo cuocere per un paio d’ore, avendo l’accortezza di aggiungere il sale solo a cottura ultimata. Se volete accelerare il tutto optate per l’acquisto di quelli precotti, disponibili in barattolo o vetro, spesso non hanno il sapore di quelli secchi, ma andranno bene comunque. Se volete rendere il piatto ancora più ricco, ma anche più calorico, sbriciolate in una padellino un po’ di salsiccia, fatela saltare leggermente quindi aggiungetela alla pasta con i ceci. C’è chi prepara questo piatto anche con la cotica di maiale ma io preferisco decisamente piatti più leggeri! La realizzazione del condimento è piuttosto semplice ma armatevi di tempo e pazienza per realizzare la pasta fresca. Vi assicurò che ne varrà la pena! E se ami i ceci, prova anche questa ottime Mezze maniche con funghi e crema di ceci. […]

    Reply

  2. […] Funghi e patate, accoppiata perfetta direbbe qualcuno, a ragion veduta aggiungo io. Giusto ieri torno a casa da lavoro e trovo per me un bel cestinello di funghi appena raccolti. Eh si, il mio caro nonno mi pensa sempre: le verdure appena raccolte, le uova fresche, funghi e tante altre prelibatezza del suo orticello. Bene, bene, cosa preparare con questi squisiti rositi? Ecco allora che è nata l’idea di uno sformato di funghi e patate, ovvero la ricetta che sto per proporvi. Niente di articolato e complesso, semplici funghi adagiati su un letto di patate e gratinati con un bel po’ di mollica e un tocco di pepe nero. Se avete ancora qualche fungo da parte affrettatevi a preparare questa ricettina, ne varrà davvero la pena. Un abbraccio amiche mie. Dimenticavo, se amate tanto i funghi, provate anche queste ricette: Tagliatelle di zucca ai funghi porcini, Mezze maniche con funghi e passata di ceci. […]

    Reply

  3. […] Per una cottura ottimale dei legumi utilizza una pentola di coccio. Un tegame siffatto, infatti, rilascia il calore in modo graduale. Ricorda che i legumi freschi non hanno bisogno di essere messi in ammollo, così come le lenticchie rosse decorticate o quelle mignon. Quasi la totalità dei legumi, deve essere lasciata in ammollo con acqua fresca per una notte intera a temperatura ambiente, nella misura di una parte di legumi e tre di acqua. Se vuoi ridurre i tempi di ammollo, porta a ebollizione i legumi per un paio di minuti, poi spengi il fuoco e lascia ammollo per un paio d’ore. Prima di cuocere i legumi dopo essere stati in ammollo ricorda sempre di sostituire l’acqua. Se vuoi evitare problemi nella digestione, cerca di eliminare quanta più “schiumetta” si forma durante la cottura sulla superficie della pentola. Un ultimo consiglio: se i tuoi legumi sono particolarmente coriacei, per ammorbidirli ulteriormente, quando li metti in ammollo, aggiungi un pizzico di bicarbonato di sodio. Se ami i legumi prova questa mia ricetta: Mezze maniche con funghi in crema di ceci […]

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

Tagliatelle con funghi champignon e gamberetti

Trovo questo piatto davvero gustosissimo, le tagliatelle paglia e fieno, abbinate con i fu…