Ingredienti per - Persone Tempo di preparazione, circa 30 (esclusa cottura) Minuti
  • 500g di farina Manitoba
  • 3 uova intere + 1 tuorlo
  • 150g di zucchero
  • 170g di burro
  • 80ml di latte
  • 18g di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 bustina vanillina
  • Aroma vaniglia

Dopo essermi cimentata nella preparazione del Panettone, la sfida per me era realizzare il Pandoro artigianale. Primo tentativo fallito ma poi… chi la dura la vince! Per la cena della vigilia di Natale l’invito dalla suocera non poteva che essere coronato dal mio pandoro fatto in casa! La preparazione è molto lunga, come quella del panettone, ma basta armarsi di un po’ di pazienza e vedrete che ne varrà la pena. In molti preferiscono il pandoro al panettone, specialmente i più piccini, perciò non potevo che cogliere l’invito di mia figlia (e della mia amica Angela) che hanno storto un po’ il naso quando hanno visto che sul blog mancava questa ricetta. Eccola qua! Provate e mi direte. Buon cenone di Natale a tutti!

Pandoro

Ultima modifica: 2012-12-24T10:41:04+00:00

da Luna

Passo 1

Prima di ogni cosa dovrete preparare la biga, o cosidetto “lievitino”, che servirà come base per gli impasti successivi. Fate intiepidire 60ml di latte e versatelo in una ciotolina, scioglietevi 15g di lievito di birra. Aggiungete un cucchiaio di zucchero, un tuorlo, mescolando bene con una frusta, e 50g di farina setacciata. Impastate bene il tutto e lasciate lievitare fino al raddoppio del volume. L’impasto non deve essere sodo ma piuttosto denso e liscio. Nel frattempo tagliate il burro il pezzettino e lasciatelo a temperatura ambiente affinchè si ammorbidisca ben bene.




Passo 2

A seguito della lievitazione, oltre al raddoppio del volume, si dovranno sollevare delle bollicine. Senza di queste la nostra biga non sarà efficace per la lievitazione.




Passo 3

Una volta che il lievitono sarà pronto, sciogliete 3g di lievito di birra in 35ml di latte (3 cucchiai) e aggiungetelo al composto. Unite anche un uovo, mescolando energicamente e 200g di farina. In ultimo aggiungete 30g di burro ammorbidito. L’impasto dovrà risultare liscio. Lasciate eseguire la seconda lievitazione in un luogo caldo. Io solitamente riscaldo il forno debolmente a 50°, lo spegno e lascio l’impasto a lievitare. In alternativa usate la tradizione coperta di lana o pile, cercando di tenere l’impasto vicino a una tiepida fonte di calore, una borsa dell’acqua calda per esempio. Ci vorrà più di un’ora finchè raddoppi di volume.




Passo 4

A questo punto potete procedere con il secondo impasto. Aggiungete altri 200g di farina, due uova, 50g di zucchero, un cucchiaino di sale, la bustina di vanillina. Il composto andrà impastato energicamente. Infine aggiungete la fialetta di aroma vaniglia e 40g di burro morbido a pezzettini. Versate l’impasto su una spianatoia infarinata e date un ultima impastata a mano, energicamente, formando un “panetto” che metterete ancora a lievitare. Anche qui ci vorrà almeno un’ora e mezza finchè raddoppi il volume.




Passo 5

Eccoci giunti all’ultimo impasto. A questo punto dovremo aggiungere i 100g di burro rimasto. Badate che sia ammorbidito per bene e spezzettatelo a pezzettini piccoli. Il burro va aggiunto poco alla volta, l’impasto dovrà assorbirlo completamente durante la lavorazione. Controllate che non si vedano pezzettini bianchi di burro nell’impasto, altrimenti comprometterete la buona riuscita della ricetta. Una volta assorbito tutto il burro, avrete pronto l’impasto finale, morbidissimo al tatto. Ungete per bene lo stampo per pandoro e riponetevi l’impasto finale. Lasciate lievitare (2-3 ore) finchè l’impasto non raggiunge il bordo dello stampo.




Passo 6

Riscaldate il forno a 170° e lasciate cuocere il pandoro per i primi 10 minuti. Successivamente abbassate la temperatura a 160° e continuate la cottura per circa 30-35 minuti. Durante la cottura l’impasto “sbufferà” fuori dallo stampo creando così la base del pandoro. Prima di sfornare, verificate la cottura interna del pandoro infilzandovi fino al fondo uno spaghetto. Se quest’ultimo risulterà asciutto, il pandoro sarà pronto. Lasciate raffreddare, sformate, cospargete di abbondante zucchero a velo e servite! Buone feste!




Mostra altri della sezione Dolci

1 commento

  1. Panettone artigianale | CucinaConLuna

    27 dicembre 2016 at 12:55

    […] Cari amici, volevo da tempo cimentarmi nella preparazione del panettone fatto in casa ma ho sempre creduto che fosse una ricetta di difficile riuscita. Non immaginate il mio stupore quando ho assaggiato il mio panettone artigianale! Semplicemente squisito! Occorre armarsi di un po’ di pazienza, i tempi di realizzazione sono molto lunghi, sostanzialmente divisi in tre fasi e ben quattro lievitazioni. La prima fase consiste nel preparare la biga, che consente al vostro panettone di lievitare adeguatamente. Nella seconda fase alla biga va aggiunta una prima parte degli ingredienti, segue una seconda lievitazione. Nella terza e ultima fase, aggiungerete i restanti ingredienti oltre che l’uvetta e i canditi (io non li preferisco quindi ho evitato di aggiungerli). Dopo una terza lievitazione, seguirà l’ultima, quella più lunga, di una notte intera. Ma sarete ben ricompensati dalla vostra pazienza! Provare per credere! Prova anche la mia ricetta del Pandoro artigianale. […]

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

La ricetta delle violette candite

Le violette candite sono un dolce goloso e molto profumato, ideali per decorare torte e ge…