Il pediluvio sale e acqua è il gesto più semplice che possiamo compiere per dare sollievo ai nostri piedi. Poche volte ci soffermiamo a pensare che su queste estremità si poggia l’intera nostra esistenza, una parte fondamentale della nostra persona che ci aiuta a sorreggere l’intero corpo. Ecco perché prendersene cura deve essere un vero e proprio rituale quotidiano. Se vuoi prenderti cura dei tuoi piedi prova anche i calzini rigeneranti e leggi qui altri rimedi naturali per rendere i tuoi piedi sani e belli.

Svolgere quotidianamente quest’azione non porta solo sollievo ai piedi o a alle mani, ne trae infatti beneficio tutto il nostro organismo, gli infusi che adoperiamo infatti possono essere facilmente assorbiti dalla pelle e le sostanze disciolte nell’acqua posso dare un enorme sollievo, soprattutto se si pensa alla teoria della Riflessologia Plantare che vede il piede protagonista delle cosiddette “zone riflesse”, aree ricche di terminazioni nervose che, se opportunamente stimolate, possono dare grandi benefici ad altri organi del corpo.

Il pediluvio di sale e acqua è la forma più antica di pratica atta a dare sollievo ai piedi, veniva praticato dagli egizi che impiegavano le acque del Mar Morto non solo per svolgere pediluvi ma per tutta un’altra serie di attività curative. Prova anche uno specifico pediluvio per piedi gonfi.

Pediluvio sale e acqua. Preparalo così

Versa in una bacinella un po’ di sale marino e aggiungi dell’acqua a temperatura leggermente più alta di quella corporea (38 gradi massimo); immergi nella bacinella i piedi fino alle caviglie cercando di trovare una posizione che rilassi quanto più possibile il corpo. Di tanto in tanto muovi i piedi, così da lasciarti massaggiare delicatamente dall’acqua. Si tratta di un momento molto “intimo” che aiuta a rilassare anche la mente, magari cercando di fuggire con il pensiero e immaginare di essere in riva al mare, quasi ad ascoltare virtualmente l’infrangersi delle onde sulla battigia. Un momento di relax, quello del pediluvio, che dovremmo concederci molto spesso, magari accompagnato da una dolce e altrettanto musica rilassante di sottofondo e dall’aggiunta all’acqua di qualche goccia di olio essenziale (lavanda, rosmarino, eucalipto ad esempio oppure alla senape se vuoi riavviare la circolazione), così da coinvolgere anche un altro senso e rendere l’esperienza ancora più incisiva.

Per scongiurare il rischio di micosi e funghi, una volta terminato il pediluvio asciuga sempre a fondo i piedi, prestando molta attenzione agli spazi tra dito e dito.

Se cerchi il massimo del relax e vuoi rendere le tue estremità meno gonfie affaticate, invece del solo sale marino, aggiungi all’acqua anche del bicarbonato (due cucchiai da cucina per ogni litro d’acqua) e qualche fetta di limone (così da combattere il sudore e i cattivi odori), lascia i tuoi piedi ammollo per un quarto d’ora. Prima di andare a letto massaggia piedi e gambe con una noce di burro di karitè.

Per migliorare la circolazione opta per un pediluvio alternato con acqua calda e fredda, immergi i piedi (fino al polpaccio) prima in un contenitore con acqua calda per 5 minuti, poi in un recipiente con acqua fredda (2 minuti massimo con temperatura dell’acqua di 23-24 gradi); ripeti l’operazione per 2-3 volte.

Dal sito lasaponaria.it vi riporto anche un’ottima “ricetta” per preparare un pediluvio rinfrescante e defaticante. In una ciotola prepara un composto di:

– 250 grammi di sale marino grosso (possibilmente integrale)
– 6 gocce di olio essenziale di menta (Mentha Piperita)
– 6 gocce di olio essenziale di limone (Citrus Limonum)
– 3 gocce di olio essenziale di tea tree (Melaleuca Alternifolia)

Puoi conservare il sale così preparato in un contenitore a chiusura ermetica. Quando dovrai utilizzarlo ti basterà preparare una bacinella con acqua fresca e un paio di cucchiai di sale. Puoi comprare gli oli essenziali indicati direttamente sul sito.

Se vuoi ottenere risultati migliori, invece del classico sale, per il tuo pediluvio opta per il sale di Epsom. Questo particolare sale ha il potere di ridurre la comparsa delle classiche rughette che affiorano sulla pelle quando si tengono i piedi ammollo in acqua per troppo tempo, inoltre, il solfato di magnesio (altro nome per indicare questo sale) viene anche assorbito dalla pelle riducendo il gonfiore e le infiammazioni delle articolazioni. Al sale vengono anche riconosciute proprietà emollienti ed esfolianti.

Per eliminare i calli

Se vuoi eliminare piccoli calli e rimuovere dai piedi la pelle screpolata e morta, crea un “impasto” composto da una parte di acqua e tre di bicarbonato. Poni la pasta così ottenuta sulla parte interessata del piede e sfrega energicamente, quindi immergi i piedi in acqua calda e lasciali in ammollo per 15 minuti; risciacqua e asciuga per bene. Rimarrai sorpresa dalla morbidezza che acquisterà la pelle dei tuoi piedi.

Pediluvio sale e acqua, un toccasana per i tuoi piedi

Ultima modifica: 2016-08-28T15:35:35+00:00

da Luna



Mostra altri della sezione Salute & Benessere

13 Commenti

  1. […] 13 minuti fa Pediluvio sale e acqua, un toccasana per i tuoi piedi […]

    Reply

  2. […] 24 minuti fa Pediluvio sale e acqua, un toccasana per i tuoi piedi […]

    Reply

  3. […] fare diversi pediluvi, con o senza oli essenziali, un classico secchio di acqua calda con sale (pediluvio sale e acqua) nel quale tenere ammollo i piedi è già un ottimo rimedio. Se proprio vuoi “eccedere”, […]

    Reply

  4. […] loro cura può portare giovamento all’intero organismo, pensa di tanto in tanto anche a qualche pediluvio sale e acqua. Il magnesio viene rapidamente assorbito attraverso la pelle aumentando i livelli del magnesio, […]

    Reply

  5. […] i tuoi piedi lamentano stanchezza, oltre a fare un pediluvio sale e acqua o provare i calzini rigeneranti, prova a immergere i piedi nell’acqua di cottura delle patate. […]

    Reply

  6. […] i piedi dall’umidità. A proposito di piedi, leggi come “coccolarli” con un pediluvio sale e […]

    Reply

  7. […] attività quotidiane. Dopo aver camminato leggi come “coccolare” i tuoi piedi con un pediluvio sale e […]

    Reply

  8. […] Oltre a preoccuparti delle scarpe, leggi anche come prenderti cura dei tuoi piedi con un pediluvio sale e […]

    Reply

  9. […] Stare in piedi molte ore al giorno può affaticare i piedi, per ridargli tono e vitalità prova un pediluvio sale e […]

    Reply

  10. […] la pelle callosa e squamosa dei piedi, lasciando la pelle liscia e luminosa (prova anche con un pediluvio sale e acqua). Allo scopo preparare una tazza di ananas tritato aggiunto al succo di metà limone, metà […]

    Reply

  11. Un pediluvio rilassante | CucinaConLuna

    16 febbraio 2017 at 18:51

    […] ecco perché per cercare di trovare un po’ di relax e sollievo si può ricorrere a un sano pediluvio sale e acqua. Per un pediluvio ancora più efficace, poche gocce di oli essenziali, un cucchiaio di bicarbonato […]

    Reply

  12. […] giusta idratazione con l’olio di cocco. Se senti i tuoi piedi affaticati e gonfi, prova a fare un pediluvio con qualche goccia di olio essenziale di pompelmo (compralo qui); usa invece l’olio di cocco che, […]

    Reply

  13. […] sull’area interessata dalla micosi, ripetendo l’operazione più volte. Puoi anche optare per un pediluvio sale e acqua calda, 3 cucchiai di sale grosso e alcune gocce di olio essenziale dell’albero del tè: […]

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

Tutti i benefici dell’olio di Monoi per salute e bellezza

Se vogliamo l’olio Monoi è un po’ come l’olio di cocco, per certi aspetti anco…