Per purificare l’aria delle camere di casa, puoi “adottare” specifiche piante di appartamento. In un precedente post ti ho già parlato di una di queste piante, l’edera, ora voglio mostrartene altre che riescono a svolgere lo stesso compito in modo ottimale.
La qualità dell’aria interna alla tua casa è influenzata dai detergenti che impieghiamo per le pulizie, ma anche dalla polvere che si annida in vestiti e materassi, dalla formaldeide generata dalle stufe a gas, dai sacchi della spazzatura, tessuti, tappeti, scarpe, senza parlare dell’inquinamento generato dai dispositivi hi-tech.
Le piante e i fiori d’appartamento rappresentano un modo efficace, semplice e poco costoso per purificare l’aria, vediamo insieme quali sono le varietà più efficaci.

Prima di ogni altra parole è importante ricorda che alcune piante d’appartamento possono essere tossiche per bambini ed eventuali animali domestici presenti nell’abitazione. Prima di riporle in casa assicurati sempre che siano sistemate in modo tale da non essere accessibili da animali e piccoli che frequentano la casa.

La palma di bambù

palma bambuLe palme di bambù, con il loro aspetto tropicale e foglie a ventaglio, sono efficaci nel rimuovere gli agenti chimici come formaldeide, benzene e tricloroetilene. Inoltre aiutano a mantenere l’aria umida, utile soprattutto durante i mesi invernali, quando i termosifoni spesso la rendono eccessivamente secca.

Ficus (Ficus benjamina)

ficus benjaminaAnche il ficus è un valido alleato per far fronte all’inquinamento causato da formaldeide e benzene. Il Ficus vegeta bene in diversi ambienti, preferisci comunque un’area di casa con la giusta esposizione solare e bada ad assicurargli annaffiature regolari; vegeta bene in zone dove la temperatura ambiente si attesta superiore ai 15 gradi. La pianta si presenta con grandi foglie e la sua altezza può variare dai 20 centimetri ai due metri.

Edera

ederaLe foglie dell’edera possono assorbire agenti inquinanti e sostanze chimiche come il benzene, il monossido di carbonio, la formaldeide (prodotta da fumo di sigarette, smalti, gas dei fornelli etc), il tricloroetilene, lo xilene e il toluene (presenti nei pannelli di truciolato e di cartone, nelle vernici e nelle fotocopiatrici, ad esempio). L’edera cresce bene senza particolari attenzioni, può essere collocata in vaso sul pavimento, oppure fatta arrampicare su appositi sostegni. Colloca l’edera in zone molto luminose ma non soggette a temperature molto alte.

Felce di Boston

felce bostonLe felci sono una delle varietà di piante d’appartamento più conosciute e la felce di Boston è nota per essere una delle migliori in merito alla purificazione dagli inquinanti atmosferici. Inoltre, la felce di Boston consente di deumidificare l’aria. A differenza di altre piante ha bisogno di più cura, sarà infatti necessario irrigarla e nebulizzarla di frequente, pena la trasformazione delle foglie in color marrone con conseguente caduta delle stesse.

Palma nana da dattero

Palma nana di datteroSe ami le piante tropicali, la palma nana da dattero (Phoenix roebelenii) allora fa proprio per te. È come avere una piccola palma in salotto. È ottima per purificare l’aria da xilene e toluene. Abbastanza facile da coltivare, la palma nana originaria dell’Asia orientale, è quasi priva di fusto e presenta foglie pendenti, di colore verde scuro, lunghe fino a 60 cm. Può crescere fino a 1-2 metri sia in altezza che in larghezza.

Aloe Vera, rosmarino e lavanda

aloe veraL’aloe vera è ben nota per la sua capacità di lenire graffi e bruciature della pelle, oltre a essere utilizzata come vero e proprio alimento in grado di proteggere il cuore, aumentare i livelli energetici, migliorare la digestione, regolare i livelli di zucchero nel sangue…. L’aloe è però ottima anche per purificare l’aria, ha infatti la capacità unica di rilasciare ossigeno e assorbire l’anidride carbonica durante la notte, il che la rende una buona scelta come pianta da sistemare in camera da letto. Lo stesso dicasi per la sansevieria, la lavanda e per il rosmarino; quest’ultimo vanta anche proprietà antimicrobiche.

Falangio

FalangioIl falangio (Chlorophytum comosum, conosciuta anche con il nome Nastrino) è una pianta molto resistente, perenne e sempreverde, richiede davvero poca cura, l’importante è sistemarla in una zona con molta luce e annaffiare un paio di volte a settimana durante i periodi più caldi dell’anno. Questa pianta è capace di filtrare benzene, xilene, ossido di carbonio e formaldeide. Le sue foglie verdi lineari, che possono arrivare a una lunghezza anche di 30 centimetri, si sviluppano formando una rosetta che conferisce alla pianta una forma a cespuglio.

Tulipani

vaso con tulipaniI tulipani, oltre a essere veramente belli da guardare, disponibili in diverse colorazioni, possono anche essere validi alleati per purificare l’aria. Si sono infatti dimostrati essere efficaci contro la formaldeide, xilene e ammoniaca.

 

Orchidee

Orchidea DendrobiumTutte le varietà di orchidee sono bellissime, ma solo alcune specie hanno capacità di purificare l’aria. Per esempio, l’orchidea dendrobium con fiori non di grandi dimensioni ma comunque molto ornamentali (compaiono durante la primavera fino a estate inoltrata) è capace di assorbire dall’aria acetone, formaldeide e cloroformio. Durante il periodo autunnale ed invernale questa orchidea deve essere esposta in aree molto luminose, in primavera-estate predilige invece un’esposizione a mezz’ombra. Anche all’orchidea Phalaenopsis sono riconosciute proprietà purificanti.

Piante e fiori d’appartamento che purificano l’aria

Ultima modifica: 2017-03-13T18:05:18+00:00

da Luna



Mostra altri della sezione Casa e famiglia

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

6 usi del bicarbonato di sodio in lavatrice

Può suonare un po’ come il vecchio rimedio della nonna, ma, l’aggiunta di bicarbonat…