Il nome acqua di seltz (o selz) deriva una località tedesca di nome Selters, nota per ospitare alcune montagne, le Taunus, da cui proviene un’acqua minerale ricca di anidride carbonica. L’acqua di seltz è infatti un’acqua molto gassata, ottenuta grazie all’aggiunta di anidride carbonica in pressione.

A differenza della classica acqua frizzante, l’acqua di seltz è composta da bollicine di gas molto più pronunciate, che conferiscono all’acqua un tono decisamente più gassato. Ma perché utilizzare quest’acqua? Quali sono i suoi vantaggi? Pochi sanno che quest’acqua è l’ingrediente segreto per alleggerire taluni alimenti; le sue bolle di anidride carbonica, se correttamente “catturate” negli impasti, conferiscono ai tuoi preparati un’incredibile leggerezza. Nei paragrafi che seguono ti darò alcuni suggerimenti, trucchi e ricette veloci veloci che sfruttano le peculiarità di quest’acqua.

L’acqua seltz in alcuni contesti può essere più sana dell’acqua potabile normale: soprattutto quando si viaggia all’estero, in luoghi dove la contaminazione è comune, un bottiglia di acqua gassata può tornare molto utile. Diverse guide di viaggio consigliano l’acqua frizzante in bottiglia sia da bere sia per lavarsi i denti; la carbonatazione a cui è stata sottoposta l’acqua, infatti, aumenta i livelli di acido uccidendo gli eventuali batteri annidati nel cavo orale.

Per una tempura soffice e leggera

Per chi non la conoscesse, la tempura è un tipico piatto giapponese che consiste in crostacei, molluschi o verdure “avvolti” da una pastella fritta molto saporita, che accentua il gusto di ciò che ricopre. Se vuoi ottenere una pastella da chef per la tua tempura, puoi ricorrere all’acqua di seltz. Oltre alla pastella puoi usare l’acqua di seltz al posto di latte o acqua normale nella preparazione di waffles, pancake (vedi paragrafo in basso) o uova strapazzate. La carbonatazione conferirà ai tuoi piatti una consistenza più soffice e leggera.
Di seguito il procedimento per preparare la pastella per la tempura:

Dose per 4 persone. Immergi un contenitore di metallo in un recipiente più grande all’interno del quale avrai riposto diversi cubetti di ghiaccio. Nel contenitore di metallo versa il tuorlo di un uovo e 200 ml di acqua di seltz ghiacciata, mescola per bene e poi aggiungi 100 grammi di farina 00. Amalgama per qualche secondo badando bene che l’impasto non risulti colloso, anche se si formano dei grumi non importa. In un wok scalda l’olio di oliva, quindi immergi verdure, crostacei o molluschi nella pastella e friggili nell’olio bollente (almeno 180 gradi). Fai dorare da ogni lato, quindi servi ai tuoi commensali.

Per pulire meglio le superfici e i tuoi capelli

Proprio come l’aceto, anche l’acqua di seltz può essere impiegata per un’eco-pulizia delle superfici. Adopera un panno di microfibra imbevuto di acqua di seltz, passandolo sulle superfici da pulire.
Dopo un tuffo in piscina o a mare, dai ai tuoi capelli un breve risciacquo con una bottiglia di seltz. Le bollicine frizzanti ti aiuteranno a rimuovere più facilmente cloro o sale marino.

La ricetta per preparare pancake più leggeri

Ingredienti per 4 persone. In una ciotola mescola 250 grammi di farina 00 con 2 cucchiaini di zucchero e mezzo cucchiaino di lievito; aggiungi 1 cucchiaino di sale e amalgama per bene. In un’altra ciotola versa 120 ml di latte e aggiungi due uova, amalgama e aggiungi 180 ml di acqua di seltz. Unisci il contenuto delle due ciotole, mescola delicatamente e, nel mentre, aggiungi 3 cucchiai di burro fuso.
Lascia riposare per 5 minuti. Versa un po’ di composto su una piastra antiaderente e fai cuocere 3-4 minuti per lato. Servi il tuo pancake con sciroppo d’acero.

pancake

Quello che non sapevi sull’acqua di seltz

Ultima modifica: 2016-06-29T15:58:45+00:00

da Luna



Mostra altri della sezione Casa e famiglia

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

6 usi del bicarbonato di sodio in lavatrice

Può suonare un po’ come il vecchio rimedio della nonna, ma, l’aggiunta di bicarbonat…