Ingredienti per - Persone Tempo di preparazione, circa 20 Minuti
  • 550g di farina 00
  • 2 bicchieri di vino moscato o vermut (vino liquoroso aromatizzato)
  • 1 bicchiere d'olio extravergine di oliva
  • 1 tuorlo d'uovo
  • 1 bicchiere di miele d'api
  • 1 bicchiere di miele di fichi
  • 1/2 bicchiere di zucchero
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 scorza d'arancio
  • Olio di semi di arachidi (per la frittura). q.b.

I turdiddri (o turdilli, crustuli o cannariculi) è un dolce tipo calabrese, nella fattispecie fa parte della tradizione dolciaria di Cosenza e provincia. Si preparano in occasione del Natale e, a seconda del paesino di riferimento, vengono preparati con ingredienti diversi. Sovente si accompagnano con un buon liquore dolce o vini molto liquorosi. Si tratta di biscottoni composti da farina, olio d’oliva e vino scaldato, rigati su un cestino di vimini poi fritti e successivamente passati nel miele. Se non li avete mai provati il mio consiglio è quello di farlo, sono davvero tanto, tanto, tanto buoni. Come vi dicevo, esistono ricette diverse, quella che vi propongo è una delle tante. Buon Natale a tutti. P.S. Nella ricetta quando parlo di bicchiere come misura di riferimento, rapportatevi a un classico bicchiere di carta. Se ami le ricette calabresi, prova anche le mie Crispelle con acciughe (cuddruriaddri).

Turdiddri o turdilli calabresi

Ultima modifica: 2012-12-20T09:05:05+00:00

da Luna

Passo 1

In una pentola dai bordi alti, versate 2 bicchieri (la capienza è quello di un bicchiere di carta) di vino moscato o vermut, quindi aggiungete il bicchiere d’olio extravergine di oliva, lo zucchero e la scorza di un’arancia. Portate a ebollizione per un paio di minuti. Eliminate la scorza d’arancia e fate raffreddare adeguatamente.




Passo 2

In una ciotola riponete il turlo d’uovo insieme al preparato del passo precedente. Rimestate il composto.




Passo 3

Versate il composto nella planetaria, aggiungete la farina e il lievito per dolci. Fate amalgamare per bene il tutto.




Passo 4

Riponete l’impasto su una spianatoia infarinata, quindi amalgamate con le mani fino a formare un panetto, così come in figura.




Passo 5

Prelevate un po’ di pasta, e seguendo il movimento riportato in figura realizzate un cordolo di pasta dal diamentro di circa 1,5 cm, poi ricavatene dei biscottini così in figura.




Passo 6

Passate ogni biscottino su un canestrino rigato, oppure un apposito oggetto così come quello riportato in figura. L’operazione servirà a “rigare” il biscotto in modo tale che possa trattenere il miele che utilizzerete successivamente.




Passo 7

Friggete i vostri turdiddri in abbondante olio di semi di arachidi fino a quando la superficie dei dolcetti avrà preso un bel colore ambrato. Riponete i turdriddri fritti in uno scolapasta rivestito di carta assorbente.




Passo 8

In un tegame riponete il miele di fichi e quello d’api e rimestate. Fate riscaldare insieme a un paio di cucchiai di acqua. Quando il miele inizierà a bollire, abbassate la fiamma e versatevi all’interno parte dei turdiddri preparati al passo precedente. Fate in modo tale che il miele ricopra l’intera superificie dei dolcetti. Sistemate i turdiddri su un vassoio e, a vostro piacimento, decorate con diavolini di zucchero.




Mostra altri della sezione Dolci

5 Commenti

    • Luna

      3 gennaio 2013 at 08:50

      Ciao Rossella, in questi giorni spero di riuscire a prepararla… è davvero squisita. Ce la faremo 😉

      Reply

  1. […] rossa. Per il dolce, oltre al classico panettone da preparare in casa, prova la ricetta dei miei Turdilli calabresi, un dolce tipico natalizio calabrese. Trovi tutte le ricette nel […]

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

Tagliatelle con funghi champignon e gamberetti

Trovo questo piatto davvero gustosissimo, le tagliatelle paglia e fieno, abbinate con i fu…