È giunto il momento di dire addio ai prodotti chimici da supermercato, prova a realizzare a casa un ottimo spray per pulire i vetri impiegando solo prodotti naturali. Per questo pulitore di vetro fai da te sono state sostituite le sostanze chimiche nocive con del semplice aceto bianco, il prodotto naturale ricavato è in grado di garantire la stessa brillantezza dei prodotti chimici, senza lasciare aloni su finestre o specchi; e se proprio non riesci a sopportare l’odore acidulo dell’aceto, ecco allora che un infuso di lavanda e limone renderà la pulizia ancora più efficace e con un odore sicuramente più piacevole. Potrai utilizzare questo detergente naturale su vetri, specchi, ceramica, piastrelle e acciaio inox. Evitane l’uso su piastrelle di granito, marmo e pietra, la loro porosità potrebbe assorbire gli ingredienti acidi e danneggiarli.

Cosa ti serve:
1 Limone
250 ml di aceto bianco
500 ml di acqua
80 g di germogli secchi di lavanda (puoi comprarli online a questo link)
2 vasetti di vetro con tappo
1 bottiglia da litro con erogatore spray

 

Passo 1
vasetto-bucce-limoneIn un vasetto riponi le bucce del limone con 125 ml di aceto bianco. Chiudi il vasetto e riponilo in una scansia.

 

 

 

 

Passo 2
In un altro vasetto aggiungi i germogli secchi di lavanda e ricopri con il restante aceto. Chiudi anche questo contenitore e mettilo da parte. Lascia in infusione lavanda e buccia di limone per almeno due settimane.

 

 

Passo 3

bottiglia_spray

Dopo le due settimane filtra il contenuto dei vasetti, combina i liquidi in una bottiglia dotata di erogatore spray e diluisci con acqua. Il tuo detergente naturale è ora pronto per essere utilizzato.

Un pulisci vetri con prodotti naturali. Ecco come realizzarlo in casa

Ultima modifica: 2016-06-06T11:26:41+00:00

da Luna



Mostra altri della sezione Casa e famiglia

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

6 usi del bicarbonato di sodio in lavatrice

Può suonare un po’ come il vecchio rimedio della nonna, ma, l’aggiunta di bicarbonat…