La verza (Brassica oleracea) appartiene alla famiglia delle crucifere (la stessa a cui appartengono broccoli, cavolini di Bruxelles, cavolfiori, cime di rapa, rucola, rafano etc), è una delle verdure più ricche di antiossidanti, tra le più idonee per accompagnare minestre e zuppe autunnali. La verza può anche essere accompagnata al riso (prova il mio Riso con con verza e patate) e può essere impiegata per preparare ottimi involtini di verza ripieni di carne.

Pasta con verza e patate
Prova anche la mia pasta con verza e patate

Ricca di selenio, ferro, potassio, vitamina C, K, E, clorofilla e carotenoidi, la verza è un valido alleato per combattere i radicali liberi; inoltre, i carotenoidi in essa contenuti, precursori della vitamina A (ottima per il corretto funzionamento della vista e la salute della pelle), aiutano a combattere i malanni stagionali dell’autunno, raffreddori e influenze.

La verza contiene anche glucosinati (noti anche come glucosidi solforati o tioglucosidi), sostanze che conferiscono all’ortaggio il tipico odore di zolfo ma che hanno importanti proprietà anticancro.

Mangiando la verza il nostro corpo fa un pieno di un particolare enzima che prende il nome di mirosinasi, in grado di trasformare proprio i glucosinati in isotiocianati, che sembrano inibire alcune fasi della carcinogenesi inducendo l’apopotosi (la morte programmata della cellula) di numerose linee cellulari. La verza è anche ottima per abbassare i livelli di colesterolo nel sangue e contrastare l’ipertensione, ed è consigliatissima nelle diete ipocaloriche per chi necessita di perdere peso; il suo apporto calorico, infatti, è di appena 27 calorie per 100 grammi di prodotto consumato.

Alcuni suggerimenti sulla cottura della verza

Per attingere a tutte le proprietà della verza sarebbe opportuno consumarla, in modo alternato, cruda o cotta. Il modo migliore per assumere le vitamine e i minerali in essa contenuti è quello di centrifugarla (meglio le foglie più scure, più ricche di zolfo e clorofilla) ad esempio con una mela e un po’ di zenzero, bevendone il succo a digiuno. È ottima da consumare anche con mele e carote.
Quando cuoci la verza scegli dei metodi di cottura in grado di preservare al massimo le sostanze nutritive dell’ortaggio, puoi per esempio cuocerla al vapore; bollendola il consiglio è quello di non farla mai bollire più di 10 minuti, se quindi prepari zuppe e minestre e vuoi aggiungere anche la verza, fallo a fine cottura.

Verza, buonissima in cucina, ottima per la tua salute

Ultima modifica: 2016-09-12T15:20:49+00:00

da Luna



Mostra altri della sezione Scienza e alimentazione

3 Commenti

  1. […] 18 ore fa Verza, buonissima in cucina, ottima per la tua salute […]

    Reply

  2. Pasta con verza e patate | CucinaConLuna

    13 settembre 2016 at 09:38

    […] 18 ore fa Verza, buonissima in cucina, ottima per la tua salute […]

    Reply

  3. Riso con verza e patate | CucinaConLuna

    27 dicembre 2016 at 17:15

    […] Care amiche, il Riso con verza e patate che vi presento oggi è uno dei preferiti da mio marito. Si tratta di un piatto semplice e abbastanza veloce da realizzare. Nelle ricette che vi presento sul blog, quasi sempre adopero le verdure a crudo, per evitare che esse perdano le proprietà nutritive durante la bollitura. In questa ricetta basta aggiungere tutti gli ingredienti a crudo incluso il riso, che in tal modo cuocerà nella stessa acqua di cottura di tutte le altre verdure, conservando le benefiche proprietà dell’amido (grandissimo alleato della pelle). Se l’accostamento della verza con le patate vi piace tanto, provate anche questa ottima pasta con verza e patate. Ecco perchè la verza fa tanto bene alla salute. […]

    Reply

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata Required fields are marked *

Potrebbero interessarti…

Gli incredibili vantaggi dell’acqua di cetriolo

L’acqua di cetriolo sta rapidamente balzando agli onori della cronaca, e ciò non sor…